Premio Nobel per la letteratura: quando essere favoriti non paga

Toglietevi dalla testa sale scommosse invase dal fumo e folle di fanatici in coda ai botteghini dell’ippodromo per piazzare le ultime puntate sulle corse dei cavalli, come se ne vedono in certi film: oggi il mondo del gioco d’azzardo si è spostato online e ha nettamente ampliato il suo bacino d’utenza.

Tra casino online, poker room, scommesse sportive di ogni tipo e forma, le possibilità per i giocatori sono pressoché infinite.

dadi, tastiera

Una delle novità è che non si scommette più soltanto sugli eventi sportivi, ma pressoché su qualsiasi evento, politico, culturale, di nicchia oppure a grande diffusione. Come l‘assegnazione del Premio Nobel per la letteratura, ad esempio. A partire dal mese di settembre i bookmaker rilasciano le quote, associando a ogni nome di papabile vincitore una possibilità. In questo caso, però, possiamo dire che essere favoriti non sempre paga… anzi, non paga quasi mai!

Come ha evidenziato il Boston Globe in un articolo, i bookmakers selezionano i candidati non solo e non tanto per questioni stilistiche e artistiche, ma assegnando un valore numerico a fattori quali “il chiacchiericcio dell’industria culturale, la nazionalità di un autore e i suoi precedenti storici”.

I favoriti di quest’anno – Murakami, Philip Roth, Ngugi wa Thiong’o, Adunis, Joyce Carol Oates – manco a dirlo, sono stati scavalcati da un autore, Bob Dylan, che era quotato una cosa come 50/1.

E il 2016 non è una novità assoluta in questo senso. Vediamo insieme vincitore presunto secondo una nota agenzia di scommesse inglese e vincitore reale delle ultime edizioni del Nobel.

2012
Previsione: Haruki Murakami
Vincitore: Mo Yan

2011
Previsione: Adunis
Vincitore: Tomas Transtomer

2010
Previsione: Tomas Transtomer
Vincitore: Mario Vargas Llosa

2009
Previsione: Amos Oz
Vincitore: Herta Muller

2008
Previsione: Claudio Magris, Adunis
Vincitore: Jean-Marie Gustave Le Clézio

2007
Previsione: Philip Roth
Vincitore: Dorris Lessing

2006
Previsione: Orhan Pamuk
Vincitore: Orhan Pamuk

2005
Previsione: Adunis
Vincitore: Harold Pinter

2004
Previsione: Adunis
Vincitore: Elfriede Jelinek

Insomma, dati alla mano, se nel 2017 vi andasse di scommettere qualche euro sul possibile vincitore del Nobel noi vi consigliamo di puntare su un outsider e non sul nome più quotato. È vero che un po’ come l’Oscar a Leonardo DiCaprio, il premio a Murakami è un qualcosa che prima o poi dovrà arrivare – o almeno ce lo auguriamo – ma al momento scommetterci sopra non promette grandi soddisfazioni.





Previous articleI FILM TV DELLA SETTIMANA: uno sguardo sul cinema dal divano di casa
Next articleAlla scoperta dei prodotti di stagione dell’autunno: la melagrana
Avatar
Giornalista per passione e professione. Mamma e moglie giramondo. Senese doc, adesso vive a Londra, ma negli ultimi anni è passata per Torino, per la Bay area californiana, per Milano. Iscritta all'albo dei professionisti dal 1 aprile 2015, ama i libri, il cinema, l'arte e lo sport.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here