“Per lanciarsi dalle stelle”: sulle paure e il coraggio di superarle

Chiara Parenti firma per Garzanti un romanzo contemporaneo e delicato, che parla al cuore

Il nuovo romanzo di Chiara Parenti, “Per lanciarsi dalle stelle”, edito da Garzanti, è una storia di amicizia ricca di emozioni, che tocca letteralmente il cuore di chi legge, affrontando un argomento che ogni lettore potrà sentire vicino: la paura.

La protagonista Sole, venticinque anni, ne è sempre stata schiava. Per questo ha scelto un lavoro sicuro invece di inseguire il sogno di frequentare l’università; per questo preferisce leggere di amore tra le pagine dei libri invece che viverlo in prima persona.

Ma la partenza della migliore amica Stella per Parigi, e successivamente la scomparsa di quest’ultima, la spingeranno a cambiare atteggiamento e mentalità. Seguendo il consiglio di Stella, Sole decide di affrontare una paura al giorno per cento giorni, dalle montagne russe alle passeggiate nel bosco di notte.

Durante questo percorso, supportata da Samanta, un’adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa e in cui Sole si rivede molto, imparerà che vale la pena rischiare, pur di assaporare momenti di vera felicità.

Dopo il successo di “La voce nascosta delle cose”, Chiara Parenti firma un altro romanzo contemporaneo e delicato, con uno stile coinvolgente che tiene il lettore avvinto alla pagina dall’inizio alla fine.

Il bello delle storie della Parenti – e della protagonista Sole – è soprattutto che sono realistiche, credibili. La 25enne di cui seguiamo le avventure e disavventure nel libro potrebbe benissimo essere una persona in carne e ossa – un’amica, una conoscente. Le sue emozioni sono credibili, i suoi pensieri sono credibili. Per questo, leggendo, è facile rivedersi in lei, immedesimarsi.

Alla fine di “Per lanciarsi dalle stelle” si ha la sensazione di aver compiuto anche noi un viaggio, di aver imparato qualcosa, e di essere pronti a superare le nostre paure, come ha fatto Sole, per godersi la bellezza della vita.

 

Previous article“Hill House”: una serie horror dove la casa “stregata” domina la scena
Next articleWEEKEND AL CINEMA | 14 nuove uscite dall’8 novembre
Ligure di origini, vive in provincia di Novara da tre anni a questa parte per amore e per lavoro. Mamma blogger, adora il cinema, la lettura, l’arte e la moda. Scrive per diverse testate e spera in futuro di portare avanti un progetto tutto suo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here