Premio Bancarellino: 20 i romanzi per ragazzi finalisti

Sarà assegnato il 26 maggio a Pontremoli il riconoscimento. A giudicare, i giovani delle scuole medie

La stagione dei premi letterari entra nel vivo, e dopo i finalisti del Premio Strega europeo (qui il pezzo) e quelli del Premio Bancarella (qui il pezzo), anche i 20 libri che concorrono per il Premio Bancarellino 2018 sono stati annunciati.

Il riconoscimento è rivolto alla narrativa per ragazzi, e proprio i ragazzi delle scuole medie inferiori che partecipano formano la giuria, chiamata a ridurre la rosa dei 20 a 5 finalisti e poi a votare il vincitore, che sarà proclamato sabato 26 maggio.

Vediamo insieme i libri in lizza per l’edizione 2018:

  • AMMARE, Alberto Pellai e Barbara Tamborsini (DeA)
  • CON TE AL DI LÀ DEL MARE, Giulia Besa (Giunti)
  • DESIDERIA, Elisa Castiglioni (Il Castoro)
  • EPPURE SENTIRE, Cristina Bellemo (Edizioni San Paolo)
  • GRANDE, Daniele Nicasto (Einaudi Ragazzi)
  • I RAGAZZI MONTESSORI, Teresa Porcella (Raffaello Ragazzi)
  • IL CACCIATORE DI SOGNI, Sara Rattaro (Mondadori)
  • IL SOGNO DI MARTIN, Dino Tigli (Coccole Books)
  • IL VORTICE DEI RICORDI, Rudy Salvagnini (Alcheringa edizioni)
  • IN BILICO, Mariella Fiore (Edisco)
  • IN ATTESA DI UN SOLE, Benedetta Bonfigli (Mondadori)
  • LA LOCANDA DI ASELLINA, Rosa Tiziana Bruno (Medusa editrice)
  • LA REGOLA DI KURT, Emanuele Fant (Edizioni San Paolo)
  • LA SIGNORA DEGLI ABISSI, Chiara Carminati (Editoriale scienza)
  • MINA SUL DAVANZALE, Sara Allegrini (Itaca)
  • OLGA DI CARTA – JIM FATTO DI BUIO, Elisabetta Gnone (Salani)
  • PUSHER, Antonio Ferrara (Einaudi Ragazzi)
  • ROMA CARTAGINE TREAZERO – STORIA DI UNA CONQUISTA, Luca e Antonio Lorido (Kaba Edizioni)
  • SUL FRONTE DEL PORTO, Ivano Baldassarre (La cicala editore)
  • UN LIKE DI TROPPO, Roberto Bratti (Edizioni Il Rubino)

 

STORIA DEL PREMIO BANCARELLINO

Accanto allo storico premio Bancarella vive, da oltre 60 anni, il Bancarellino. Il premio nacque nel 1957, in occasione della Giornata dei ragazzi nella Città dei librai, a Pontremoli. A partire dall’estate 1958 anche la narrativa per i giovani avrebbe avuto il suo concorso e il suo vincitore.

Per la prima edizione vennero invitati a votare i ragazzi di tutta Italia, attraverso cartoline postali. A partire dal 1959, invece, venne introdotta la rosa dei finalisti tra cui scegliere il vincitore, la discussione pubblica e la struttura che, con poche varianti, è stata mantenuta fino a oggi.

L’anima del Bancarellino è sempre stata quella di essere un’iniziativa per i ragazzi. Essi, infatti, vivono in modo attivo le varie fasi, sono sia giudici che spettatori, grazie anche al Progetto lettura, che porta i libri nelle scuole.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here