Presentata la 15° edizione delle Giornate degli Autori alla Biennale

A rappresentare l'Italia, in concorso, "Ricordi?" di Valerio Mieli con Luca Marinelli e Linda Caridi

È stata presentata a Roma la XV° edizione delle Giornate degli Autori, che si svolgerà nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dal 29 agosto all’8 settembre.

Undici film in concorso, una ricca serie di eventi speciali (tra cui un omaggio al Leone d’oro Alexander Kluge e il programma Women’s Tales) per una realtà vivace che porta in Laguna il coraggio della creatività, le voci di autori da tutto il mondo, un modello indipendente e diverso di interpretare l’idea stessa del Festival.

“Quando abbiamo cominciato nel 2004 avevamo meno di tre mesi davanti, zero budget, tante idee e una scommessa comune da vincere, in piena sintonia con la Biennale – dice il Delegato generale, Giorgio Gosetti. – Oggi crediamo di proporre un programma che va oltre la semplice vetrina dei film della selezione ufficiale, una finestra aperta sul lavoro degli autori, sulle loro sfide e sulle emergenze e le prospettive di un cinema in trasformazione”.

Una scena del film “Ricordi?” di Valerio Mieli, con Luca Marinelli e Linda Caridi. 

A rappresentare l’Italia tre pellicole – “Ricordi?” di Valerio Mieli, in concorso, “Il bene mio” di Pippo Mezzapesa e “Goodbye Marilyn” di Maria Di Razza – e i documentari protagonisti delle “Notti veneziane” alla Villa degli Autori, che si conferma luogo di incontro, dialogo e convivialità.

 

IN CONCORSO

  • LES TOMBEAUX SANS NOMS (GRAVES WITHOUT A NAME) di Rithy Panh
  • C’EST ÇA L’AMOUR (REAL LOVE) di Claire Burger
  • CONTINUER (KEEP GOING) di Joachim Lafosse
  • DOMINGO di Clara Linhart & Fellipe Barbosa
  • JOY di Sudabeh Mortezai
  • JOSÉ di Li Cheng
  • MAFAK (SCREWDRIVER) di Bassam Jarbawi
  • PEARL di Elsa Amiel
  • RICORDI? di Valerio Mieli
  • THREE ADVENTURES OF BROOKE di Yuan Qing
  • VILLE NEUVE di Félix Dufour-Laperrière
Sergio Rubini in una scena del film “Il bene mio”.

FUORI CONCORSO

  • LE SUICIDE D’EMMA PETEERS (EMMA PETEERS) di Nicole Palo
  • AS WE WERE TUNA di Francesco Zizola
  • DEAD WOMEN WALKING di Hagar Ben-Asher
  • GOODBYE MARILYN di Maria Di Razza
  • HAPPY LAMENTO di Alexander Kluge
  • IL BENE MIO (MY OWN GOOD) di Pippo Mezzapesa
  • THE GHOST OF PETER SELLERS di Peter Medak
  • WHY ARE WE CREATIVE? di Hermann Vaske

“Goodbye Marilyn” di Maria Di Razza. 

NOTTI VENEZIANE

  • CARTA BIANCA A STEFANO SAVONA
  • IL TEATRO AL LAVORO (THEATRE AT WORK) di Massimiliano Pacifico
  • I VILLANI di Daniele De Michele (Don Pasta)
  • L’UNICA LEZIONE di Peter Marcias
  • ONE OCEAN di Anne de Carbuccia
Una scena del film di Dakota Fanning “Hello apartment”. 

MIU MIU WOMEN’S TALES

  • #15 HELLO APARTMENT di Dakota Fanning
  • #16 THE WEDDING SINGER’S DAUGHTER di Haifaa Al-Mansour

 

Previous article“La bella e le bestie”: incontro a Roma con l’attrice Mariam Al Ferjani
Next articleIntervista a Samuel Maoz: trauma e post-trauma della società israeliana
Giornalista per passione e professione. Mamma e moglie giramondo. Senese doc, adesso vive a Londra, ma negli ultimi anni è passata per Torino, per la Bay area californiana, per Milano. Iscritta all'albo dei professionisti dal 1 aprile 2015, ama i libri, il cinema, l'arte e lo sport.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here