Roma Fiction Fest: 5 giorni nel segno delle serialità

Colta e pop al tempo stesso, una Festa della Fiction per tutti. Per gli amanti delle serie cult e per gli appassionati della fiction di casa nostra, per chi ama le Menti Criminali e per chi predilige il period drama, per i nuovi cinefili ma anche per i bambini e i giovani che guardano i cartoni e le web series.

La nona edizione del Roma Fiction Fest, che si terrà dall’11 al 15 novembre nella capitale, attraversa molti territori immaginari, ponendosi l’obiettivo ambizioso di parlare a un pubblico vario e variegato, offrendo a ognuno qualcosa di interessante.

Si spazia dall’impegno civile di Lea di Marco Tullio Giordana, il political crime con Vanessa Scalera, Linda Caridi e Alessio Praticò che inaugurerà la manifestazione, alla serie capolavoro The Man in the High Castle ispirata al libro di Philip K. Dick “La svastica sul sole”; da Mr.Robot, consacrato da Occupy Wall Street, alla nostalgia per Sandokan e il suo creatore Sergio Sollima in reunion con il figlio Stefano, autore di Gomorra e Suburra, fino ai nuovi Muppet anche loro più adulti e pronti a mettersi in gioco.

Il programma è davvero ricchissimo. Noi vi proponiamo una breve guida per orientarvi in questa cinque giorni romana nel segno della serialità.

Kasia Smutniak nella serie Limbo
Kasia Smutniak nella serie Limbo

CONCORSO INTERNAZIONALE

Il Concorso Internazionale ospita una rassegna composta da pilot e prime stagioni delle migliori produzioni televisive, dodici in tutto. Il titolo scelto a rappresentare l’Italia è Limbo, con Kasia Smutniak nei panni di una reduce da una missione di pace in Afghanistan, vittima di Disturbo Post-Traumatico da Stress. Due le serie americane in gara: Mr. Robot, sul mondo dell’hacktivism, che ha ricevuto l’endorsement di Edward Snowden, e The Man in the High Castle, adattamento curato da Frank Spotnitz del romanzo di Philip K. Dick, “La svastica sul sole”. Due anche i titoli britannici: Glue di Jack Thorne, ambientata nell’Inghilterra rurale tra una comunità di giovani che conducono una vita ai limiti della legalità tra sesso, droga e alcol, e Capital, adattamento del celebre romanzo omonimo di John Lanchester, specchio di un mondo borghese e multietnico. Dal Nord Europa arrivano Occupied, da un’idea di Jo Nesbø, che immagina un futuro non lontano in cui i Russi invadono la Norvegia e rapiscono il primo ministro, e Trapped di Baltazar Kormàkur (regista di Everest), crime drama ambientato sullo sfondo di una magnifica Islanda. A completare il gruppo la serie francese Trepalium, ambientata in un futuro in cui vengono applicate misure estreme per gestire la disoccupazione; la tedesca Deutschland 83 che segue le vicende di un ventenne della Germania dell’Est costretto a sostituire un militare nella Germania dell’Ovest e a lavorare come spia; l’austriaca Glitch, dove i defunti tornano misteriosamente in vita, con sviluppi del tutto inattesi. E ancora O Hipnotizador, adattamento del fumetto omonimo, che racconta la vicenda onirica e surreale di una lotta tra due ipnotisti in una città di confine tra Brasile e Argentina, e The Trial of Chungyang – A Girl Prosecuted by Feudalism dalla Corea del Sud, un tv-movie con inserti documentari che mette in scena una storia di emancipazione femminile dalla tradizione. 

The Last Panthers
The Last Panthers

FUORI CONCORSO

Interessanti anche i nove titoli fuori concorso: oltre al sopracitato Lea, The Last Panthers, la serie firmata da Johan Renck (regista di Breaking Bad e The Walking Dead) che narra una storia vera e percorre le vie della corruzione che attraversano l’intera Europa; Versailles, diretta da Jalil Lespert (attore francese, già dietro la macchina da presa per Yves Saint Laurent) e interpretato dal George Blagden di Vikings, che narra l’ascesa al potere del giovane Luigi XIV, rock star del XVII secolo, in un mondo fatto di intrighi di corte, tradimenti, amore, dichiarazioni di guerra. E poi 10% Call My Agent!, una miniserie diretta, tra gli altri, da Cédric Klapisch, che racconta della più celebre agenzia di Francia e delle quotidiane difficoltà nella gestione delle star; King for a Term, un breve tv-movie scritto e diretto da Idris Elba, su un bambino asmatico trasferito per un semestre in una scuola con ragazzi con difficoltà di apprendimento; Wicked City, serie crime di ABC Studios che segue il formato di Fargo, True Detective e American Crime: un diverso delitto ogni stagione e una storia autonoma, declinata in dieci episodi. Questa prima stagione ha per protagonista Ed Westwick, ex Chuck Bass di Gossip Girl. Kabir Bedi, protagonista di Sandokan, parteciperà all’omaggio dedicato a Sergio Sollima e presenterà la sua nuova serie indiana: Buddha: King of KingsDagli Stati Uniti, Fear the Walking Dead, lo spin-off di The Walking Dead ambientata all’alba dell’apocalisse zombie nel cuore di Los Angeles. Fra corruzione e violenza, la serie tv italiana Il Sistema, diretta da Carmine Elia con Claudio Gioè, Lino Guanciale, Gabriella Pession e Valeria Bilello.

KIDS & TEENS

Anche quest’anno la sezione Kids &Teens diventa il luogo d’incontro dove si rinnova e si preserva uno sguardo comune tra le nuove generazioni di autori e i grandi maestri, e dove il classico si incrocia con l’innovazione: due poli che sono alla base di questa nostra nuova ricerca. Si spazia da ritorno della Pimpa di Altan, nel 40esimo anniversario dalla sua prima apparizione sul Corriere dei Piccoli al nuovo fenomeno dell’animazione per l’infanzia Masha e Orso, ispirato a una favola tradizionale russa. C’è spazio anche per il fumetto più popolare e influente di tutti i tempi, quei Peanuts nati dalla penna di Charles M. Schulz che per più di 60 anni hanno segnato intere generazioni in tutto il mondo. E mentre sale la febbre di Star Wars: Il Risveglio della Forza, Disney XD presenterà al festival i nuovi attesissimi episodi della seconda stagione di Star Wars Rebels, ispirata alla celebre saga di fantascienza ideata da George Lucas. Il programma si conclude domenica con un evento speciale dedicato a uno dei format più longevi e amati dal pubblico italiano: 10 stagioni di Un medico in famiglia ripercorrerà i momenti più importanti della serie, dalla prima alla nona stagione. Una reunion che porterà al cinema Adriano tutti i protagonisti storici, insieme ai nuovi volti del fortunato programma. 

I personaggi dei Peanuts
I personaggi dei Peanuts

YOUNG ADULT SPECIAL

Young Adult Special (YAS) è una nuova linea di ricerca che in piena adesione ai riti televisivi del nuovo pubblico, si mescola alla selezione ufficiale, per cogliere la vitalità di questa grande biodiversità presente al festival. C’è la voglia di frugare nell’offerta di serie tv pensate per il web ma con un livello qualitativo cinematografico con storie surreali e al contempo realistiche, abitate da personaggi e attori come Paolo Calabresi che stanno a metà tra Wile Coyote ed un film con Walter Matthau (Zio Gianni 2); visioni di piccolissimi produttori che raccolgono ricordi, aneddoti, sogni (il documentario Animeland – Racconti tra Manga, Anime e Cosplay); prodotti che con coraggio, prediligono il racconto alla comunicazione (Fuori).

SERIAL CRIME

Una selezione dei migliori titoli da tutto il mondo del genere più frequentato dalla serialità televisiva. Per gli Stati Uniti due successi della nuova stagione americana: Quantico, con Priyanka Chopra che si destreggia tra gli intrighi dell’FBI, e Limitless, sequel seriale dell’omonimo film con Bradley Cooper, con protagonisti Jake McDorman e Jennifer Carpenter, nota al pubblico italiano nelle vesti di Debra Morgan, sorella di Dexter. Nutrita la presenza dal Vecchio Continente con una selezione dei titoli più visti nel Nord Europa, a partire dal thriller psico-sociale norvegese Acquitted, le danesi Follow the Money, ambientata nel mondo della finanza, in borsa e nelle sale del potere, e Norskov, le spagnole Mar de Plástico e Refugiados.

L'amante di Lady Chatterley, bbc
L’amante di Lady Chatterley, bbc

PERIOD DRAMA

Il RomaFictionFest dedica una sezione alle serie “in costume”, in grado di rappresentarne le diverse anime e le diverse declinazioni in varie parti del mondo. Immancabile la Gran Bretagna con Wolf Hall, plurinominata agli ultimi Emmy e tratta dai romanzi di Hilary Mantel. Ambientata alla corte di Enrico VIII vanta tra gli interpreti Damian Lewis, Jonathan Pryce, Mathieu Almaric e il prossimo Spider-Man Tom Holland. Lady Chatterley’s Lover con Richard Madden e Holliday Grainger incarna il lato romantico del filone in un classico della letteratura di Lawrence riletto per la televisione da Jed Mercurio, mentre la rivisitazione di Jekyll & Hyde firmata da Charlie Higson vede un novello Doctor Jekyll (Tom Bateman) a metà tra un dandy dell’epoca coloniale e Hulk. The Book of Negroes rappresenta invece la versione più impegnata del Period Drama, con il racconto del viaggio della giovane Amindata Diallo, rapita dai trafficanti di schiavi in Africa occidentale e venduta in America. La miniserie in sei puntate è basata sul best-seller di Lawrence Hill “Someone Knows My Name” e vede nel cast Cuba Gooding Jr. e Louis Gossett Jr.

MASTERCLASS ED EVENTI SPECIALI

Il programma è completato da una serie di masterclass ed eventi specialiTra le prime segnaliamo “Quando il romanzo si fa serie“, nel corso della quale si analizzerà une delle tendenze più significative della televisione degli ultimi anni, ovvero la serializzazione dei romanzi. Un legame antichissimo, quello tra letteratura e Tv, che trova, oggi, il suo climax in un momento produttivo dove gli scrittori e i produttori hanno preso il controllo creativo del medium televisivo.

Per quello che riguarda gli eventi speciali, da non perdere “Gli insospettabili” dove Ivan Cotroneo, scrittore, sceneggiatore e regista, implicato nelle serie italiane di maggior successo e innovazione (Tutti pazzi per amore, Una Grande Famiglia, È arrivata la felicità) incontra artisti e intellettuali davvero Insospettabile, come lo scrittore e sceneggiatore Hanif Kureishi, la giornalista e scrittrice Natalia Aspesi, l’artista Francesco Vezzoli.

Sandokan, per la regia di Sergio Sollima
Sandokan, per la regia di Sergio Sollima

LE RETROSPETTIVE

Due per finire le retrospettive. In “Omaggio a Sergio Sollima – Sandokan” si ricorda il grande regista romano scomparso la scorsa estate all’età di 94 anni. La riproposta degli episodi integrali di Sandokan e un incontro con i figli Stefano e Samanta, insieme ai protagonisti di quella straordinaria avventura televisiva, costituiscono il cuore dell’evento.

In “Fantastica Rai“, invece, si esplora l’importanza del lavoro della Tv di Stato sui “generi”, attraverso cinque film per la televisione, all’epoca definiti in gergo tecnico “sceneggiati”, andati in onda tra il 1980 e il 1982 e diretti da registi molto attivi in quegli anni che lavoravano sugli adattamenti delle opere di grandi romanzieri, arrivando perfino ad anticipare i tempi.


Previous article“Queste oscure materie” di Philip Pullman diventa uno show per BBC
Next articleSerie tv | Occupied
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here