Salone del Libro di Torino: grandi ospiti, conferme e novità

Salone del LibroManca davvero poco all’inizio della ventottesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, che si terrà da giovedì 14 a lunedì 18 maggio negli spazi di Lingotto Fiere.

Alcune anticipazioni erano già state diffuse nei mesi scorsi – le Meraviglie d’Italia come tema, la Germania paese ospite d’onore – ma il 27 aprile è stato presentato ufficialmente il programma della 5 giorni dedicata ai libri, alla lettura e alla cultura a 360° sotto la Mole. Tra conferme, graditi ritorni e tante novità, vediamo cosa aspettarci dal Salone di quest’anno.

 

GRANDI OSPITI INTERNAZIONALI | Emmanuel Carrère ritirerà il Premio Mondello Internazionale dalle mani di Antonio Scurati, giudice unico, nell’anno del grande successo di Il Regno, originale rilettura dei primi anni del Cristianesimo. Dalla Francia vengono anche la scrittrice Maylis de Kerangal con il suo Riparare i viventi, drammatico racconto di un trapianto di cuore, e Mazarine Pingeot (figlia di François Mitterrand), con un divertente romanzo sulle imprese delle madri d’oggi. Molto atteso al Lingotto l’archimandrita Tikhon Shevkunov, figura di spicco nel campo della spiritualità ortodossa, in occasione della traduzione inglese del suo best-seller Everyday Saints, in cui racconta le storie di monaci e preti d’oggi. Dal profondo Nord arrivano Camilla Läckberg, maestra del giallo svedese, Lars Gustafsson,  che racconta con leggerezza calviniana le avventure di un commesso viaggiatore negli anni ’50, e Björn Larsson, ormai di casa in Italia. Catherine Dunne presenta in anteprima il suo nuovo romanzo, Un terribile amore, storia di un matrimonio conflittuale. L’americana Vanessa Diffenbaugh torna al Lingotto con il suo nuovo romanzo, Le ali della vita, dopo le calorose accoglienze al libro d’esordio. L’austriaco Robert Seethaler è invece a Torino con il suo ultimo best-seller, Il tabaccaio di Vienna, in cui un bambino di campagna arriva nella capitale dove finirà per conoscere il dottor Freud.

MUSICISTI-SCRITTORI E MOMENTI DI SPETTACOLO | Sempre più folto il manipolo dei musicisti che scrivono: Roberto Vecchioni, autore di Il mercante di luce, chiuderà l’edizione 2015 con una performance intitolata Odi et amo. Amori e addii nel mondo, un viaggio attraverso i versi dei lirici e dei tragici greci, insuperabili cantori di passioni. Francesco Guccini continua a praticare con soddisfazione l’arte del giallo con l’inseparabile Loriano Machiavelli. Vinicio Capossela ha dedicato alle sue radici irpine un autentico poema epico-lirico, di originale valenza espressiva. Teresa De Sio ci dà un romanzo di formazione, sullo sfondo di una Napoli rappresentata senza indulgenze. L’autobiografia di Katia Ricciarelli si estende anche ai profili delle grandi dame della lirica, che hanno avuto un significato anche per la sua formazione e la sua carriera. Al Bookstock Village attesi anche Morgan con una lezione sulla grande musica classica, il rapper Emis Killa, lo youtuber Favij,  Angela Finocchiaro che legge Gianni Rodari. Giacomo Poretti tiene una conversazione sull’attenzione per l’altro per l’Associazione Sant’Anselmo. Hoepli propone una Storia del rock di Ezio Guaitamacchi che vedrà al Lingotto Eugenio Finardi.

750 ANNI DI DANTE | Nel 2015 ricorre il 750° della nascita di Dante Alighieri, che al Salone è ricordato dalla presentazione dei volumi di uno dei massimi dantisti del ‘900, Francesco Mazzoni, e di La ‘Commedia’ con figure dipinte, riproduzione in facsimile del prezioso incunabolo veneziano del 1491 ricco di 400 miniature a colori. Al Bookstock Village, Valerio Magrelli discute con i ragazzi su come leggere Dante nel XXI secolo. La Società Dante Alighieri di Torino organizza letture commentate dei più famosi canti dell’Inferno; e un altro dantista, Marco Santagata, presenta il romanzo biografico dedicato al poeta.

L’OFFICINA DEL LIBRO | Il Padiglione 1 del Lingotto torna a ospitare Officina – L’Editoria di Progetto, la sezione curata da Giuseppe Culicchia e dedicata agli editori indipendenti. Per Officina s’intende tutto ciò che concorre alla creazione e alla diffusione del libro in Italia: dagli autori ai lettori passando per editori, traduttori, redattori, librai, distributori. Il pubblico potrà scoprire le novità più interessanti dell’Editoria Indipendente, ma anche i testi capaci di restare nel tempo e dare forma a un catalogo. Come nella scorsa edizione, in cui gli incontri con i professionisti che operano nella «sala macchine» dell’editoria hanno costantemente registrato il tutto esaurito, sarà possibile conoscere da vicino i protagonisti attraverso una serie di appuntamenti con gli editori e con i Mestieri del Libro: i professionisti che concorrono alla nascita e alla diffusione di un testo illustreranno la qualità di un modo di fare editoria per molti aspetti ancora artigianale, frutto di cura, passione e ricerca.

ZerocalcareCROSSOVER: ALLA SCOPERTA DEL FUMETTO | Crossover è il nuovo progetto del Bookstock Village per curiosare nel vasto modo del fumetto e della graphic novel, dove la letteratura fatta di parole si incrocia con quella delle immagini, mescolando due pubblici che a volte si sentono lontani. Proposti incontri con i protagonisti del fumetto in dialogo con affermati scrittori, appuntamenti a tema, laboratori e workshop per lavorare sotto la guida di grandi disegnatori. Quattro grandi incontri saranno ospitati nell’Arena: Zerocalcare, fenomeno editoriale del 2014 e candidato al Premio Strega con la sua ultima fatica a fumetti Dimentica il mio nome, dialoga con il giovane vincitore dell’ultimo Premio Campiello Giorgio Fontana; l’americano Richard McGuire presenta in compagnia di Walter Siti il suo libro Here pubblicato per la prima volta nel 1989 sulle pagine della rivista «Raw» e impostosi immediatamente come un’opera in grado di spalancare al fumetto nuove possibilità di espressione; Leo Ortolani, il padre di Rat-Man e uno fra i più noti e geniali disegnatori italiani degli ultimi trent’anni, sale sul palco dell’Arena con l’amico scrittore Paolo Nori; un incontro a più voci celebra i 50 anni della storica rivista di fumetti Linus.

INCUBATORE: GIOVANI EDITORI | Record di iscritti per la nona edizione dell’Incubatore. Sono 31 quest’anno i partecipanti dell’area del Salone rivolta alle case editrici con meno di 24 mesi di vita e non legate a grandi gruppi editoriali. Solo nel 2009 furono uno in più, 32: un’iniezione di fiducia per il settore dell’editoria. Dal 2007 a oggi sono oltre 230 le giovani realtà editoriali che hanno scelto l’Incubatore come contesto privilegiato per fare la prima esperienza al Salone, iniziando così il percorso per affermarsi a livello nazionale. Delle 23 case editrici presenti nel 2014, ben 8 – tra quelle che non hanno ancora superato i 2 anni di attività – hanno infatti confermato la partecipazione per il secondo anno consecutivo, tra cui Golem Edizioni, Deleyva Editore e Lib&Res.

RACCONTARE LO SPORT | Per tutto il 2015 Torino è la Capitale Europea dello Sport. A questo importante riconoscimento è dedicato al Salone lo spazio Raccontare lo Sport nel Padiglione 3 con un programma quotidiano di dibattiti e presentazioni. Al Salone proseguono anche gli appuntamenti di Olimpo, il programma culturale pensato per raccontare l’epica e l’etica dello sport attraverso i suoi protagonisti e le loro pagine, con due incontri con grandi leggende dello sport: il mister Arrigo Sacchi e il portiere campione del Mundial ‘82 Dino Zoff. Altri momenti dedicati allo sport sono quello con Gli inaffondabili. Il nuoto come scuola di vita, dialogo tra la punta di diamante della nazionale di nuoto Fabio Scozzoli e il ct della nazionale maschile di pallanuoto Alessandro Campagna; Il giorno perduto. Racconto di un viaggio a Heysel (Laterza), il libro scritto a quattro mani da Gianluca Favetto e Anthony Cartwrigh dove viene ricordata la tragedia avvenuta durante la partita Juventus -Liverpool nel maggio 1985 allo stadio Heysel di Bruxelles.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here