Salone off: Torino e la cintura partecipano alla festa del libro

Metro Poetry trasmette poesia francese nelle stazioni. Una grande mostra per Ezio Gribaudo

Come di consueto non sono solo i padiglioni di Lingotto fiere, a Torino, a vestirsi a festa nei giorni del Salone del Libro. Torna, dal 10 al 14 maggio, il Salone off, con un programma ricchissimo, tra letture, spettacoli, concerti, mostre, degustazioni, e ancora passeggiate letterarie, tour in bicicletta, performance.

Il Salone off coinvolge tutte le otto circoscrizioni torinesi e i dodici Comuni della Città Metropolitana. Il 4 maggio sarà presentato il programma, intanto qualche anticipazione.

In tema di poesia ritorna CarminaOff, che vestirà di poesia i quartieri di Torino. In omaggio al Paese ospite 2018, si tratterà di poeti francesi. Durante il Salone, nelle stazioni della metropolitana di Torino, Metro Poetry trasmetterà versi dai poeti più amati.

Dal 4 maggio al 3 giugno all’Auditorium Vivaldi della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino apre la mostra “Dall’opera al libro, dal libro all’opera. Ezio Gribaudo e i Maestri del Novecento”. La mostra – prima di una serie di manifestazioni per celebrare i novant’anni del maestro torinese – è un percorso attraverso l’attività di Gribaudo come editore d’arte e autore, fin dagli anni Sessanta, di preziosi volumi ai quali hanno contribuito con interventi artistici inediti nomi come Lucio Fontana, Pierre Alechinsky, Michel Tapié e Graham Sutherland.

Tra gli altri appuntamenti che coinvolgeranno più Circoscrizioni, riconfermato anche Pagine in corsia: l’iniziativa a carattere sociale con letture dedicate ai ricoverati degli ospedali di Torino.

E torna naturalmente Voltapagina: probabilmente la capostipite delle numerose iniziative sociali del Salone e non solo, che dal 2007 porta gli autori della narrativa italiana – ospiti del programma del Salone – a incontrare gli ospiti delle carceri di Torino e del Piemonte per confrontarsi con loro e parlare di letteratura, di libertà, di vita.

 

Previous article“A beautiful day”: prossimo film cult o catastrofe incommensurabile?
Next articleSalone del Libro di Torino: gli appuntamenti di NN Editore
Ligure di origini, vive in provincia di Novara da tre anni a questa parte per amore e per lavoro. Mamma blogger, adora il cinema, la lettura, l’arte e la moda. Scrive per diverse testate e spera in futuro di portare avanti un progetto tutto suo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here