Settimana internazionale della critica: vince “Ghosts” di Azra Deniz Okyay

La sezione autonoma della Mostra del cinema si tinge di rosa: premiati anche "Bad roads" e "Topside"

Aspettando di sapere chi si aggiudicherà il Leone d’oro – il nostro Roberto Sapienza sarà riuscito quest’anno a vedere il miglior film? Lo scopriremo in giornata! -, le sezioni autonome della Mostra del cinema di Venezia hanno incoronato i loro vincitori.

La Settimana internazionale della critica (SIC) si tinge di rosa, con tre registe che si sono aggiudicate i premi principali. Il miglior film è “Ghosts”, opera prima di Azra Deniz Okyay (Turchia, Francia, Qatar). Il Premio circolo del cinema di Verona, assegnato da una giuria composta da under35 e destinato al film più innovativo della sezione, è andato a “Bad roads” di Natalya Vorozhbit (Ucraina).

La regista turca Azra Deniz Okyay, vincitrice della SIC con “Ghosts”. 

Il Premio Mario Serandrei – Hotel Saturnia per il Miglior contributo tecnico, assegnato da un’apposita commissione di esperti, invece, è stato vinto dal film “Topside” degli statunitensi Celine Held e Logan George (USA), per la scenografia di Nora Mendis e il montaggio di Logan George.

“La 77° edizione del Festival è un’edizione già entrata nella storia – ha dichiarato il delegato generale Giona A. Nazzaro -, un’edizione nel segno del ritorno alla vita. La Settimana della critica partecipa di questa rinnovata speranza nel futuro con un palmares eccezionale, nel segno del femminile e della diversità. Politica, estetica, creativa. Ghosts, Bad roads, Topside. Turchia, Ucraina e Stati Uniti. Un cinema che si apre al mondo e vuole restarci dentro. Non poteva esserci migliore nuovo inizio.”

La Regista Natalya Vorozhbit, vincitrice del premio per il film più innovativo con “Bad roads”.

 

Nell’ambito della quinta edizione di SIC@SIC (Short Italian Cinema @ Settimana Internazionale della Critica) la giuria ha selezionato i seguenti vincitori tra i sette cortometraggi in concorso:

  • Premio al Miglior cortometraggio a “J’ador” di Simone Bozzelli (Italia);
  • Premio alla Migliore regia a “Le mosche” di Edgardo Pistone (Italia);
  • Premio al Miglior contributo tecnico a “Gas station” di Olga Torrico (Italia).

 

“In una stagione difficile e complicata per tutto il settore cinematografico, era quasi inevitabile pensare a un’edizione di tono minore – ha spiegato Franco Montini, presidente del Sindacato nazionale critici cinematografici italiani. – Invece, come si evince dall’eco mediatico suscitato, proponendo una serie di film capaci di cogliere l’atmosfera dei nostri tempi, attraverso forme narrative originali e innovative, la SIC 2020 ha raccolto ampi consensi e grande attenzione. Merito di un approfondito ed appassionato lavoro di ricerca svolto dal gruppo dei selezionatori, a cui tutto il sindacato dei critici è grato.”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here