Streaming addicted: cosa vedere online dal 15 al 21 novembre

Ogni settimana serie tv e film da non perdere disponibili su Netflix, Amazon, Disney+, NOW

Novembre entra nel vivo, mentre ci prepariamo – anche psicologicamente – per l’arrivo della stagione fredda ma anche di quella festiva. Se amate il cinema e le serie tv, però, potreste non avere tempo per preoccuparvi troppo, data la mole di novità in arrivo.

Per restare al passo c’è l’appuntamento settimanale con la rubrica Streaming addicted, dove uno dei nostri redattori, a turno, stila la sua classifica delle nuove uscite da non perdere in uscita su Netflix, Prime Video, Disney+, Sky, Rai Play, TimVision, Apple TV.

Questa volta, con tutta la buona volontà, non sono riuscita a fare scelte eque, ma mi sono orientata su ben quattro serie televisive (due novità assolute e due attesissimi ritorni) e un solo film, il documentario diretto da Alex Infascelli. Vediamo tutto nel dettaglio. 

* L’asterisco indica che su Parole a Colori è già disponibile
o sarà disponibile nel corso della settimana la recensione
(cliccando sul titolo si viene indirizzati all’articolo)

 

MI CHIAMO FRANCESCO TOTTI (17 novembre, Netflix)*

COSA CI PIACE: Scoprire le emozioni che lo storico capitano della Roma ha provato nelle ore antecedenti al suo addio al mondo del calcio.

Dopo essere stato presentato alla Festa del cinema di Roma 2020 ed essere uscito al cinema per un evento di tre giorni sempre lo scorso anno, il docu-film diretto da Alex Infascelli arriva anche in streaming su Netflix. Il film è tratto dal libro “Un Capitano”, scritto dallo stesso Totti con Paolo Condò.

Nelle ore antecedenti al suo addio al mondo del calcio, Francesco Totti, campione del mondo 2006 e bandiera della Roma, ripercorre davanti a uno specchio la sua vita e la sua carriera. È così che tra momenti calcistici importanti, ricordi e scene più intime, Francesco racconta se stesso come uomo e come professionista.

 

STRAPPARE LUNGO I BORDI (17 novembre, Netflix)*

COSA CI PIACE: Ogni episodio è come il tassello di un puzzle: il disegno completo si svela solo alla fine.

Alla Festa del cinema di Roma il pubblico ha potuto vedere in anteprima i primi due episodi. Adesso la serie animata “Strappare lungo i bordi”, scritta, ideata e disegnata da Michele Rech, in arte Zerocalcare, che doppia anche tutti i personaggi eccetto l’Armadillo (a cui presta la voce Valerio Mastandrea) arriva nella sua interezza (sei episodi) su Netflix. 

Zerocalcare ripercorre la sua vita saltando avanti e indietro fra presente e passato, da studente modello a delusione per la maestra delle elementari, da ragazzo intento a “guardare il futuro con tracotanza” a 37enne “filo d’erba che non fa differenza a nessuno”. Lungo la narrazione emerge il suo rapporto con l’Armadillo immaginario e gli amici Secco e Sarah, nonché con la ragazza del cuore Alice, a cui non osa dichiararsi.

 

TIGER KING (17 novembre, Netflix)*

COSA CI PIACE: La prospettiva di nuovi, eclatanti sviluppi per una delle storie più assurde e controverse raccontate da Netflix in questi anni. 

Dopo il successo della prima stagione, uno dei titoli più visti su Netflix nel 2020, sette nuovi episodi nel segno di omicidi, caos e follia. La docuserie gialla si propone questa volta di chiarire dettagli e retroscena dell’incredibile vicenda del celebre allevatore di grandi felini Joe Exotic utilizzando nuovi contributi e interviste inedite ai personaggi coinvolti. 

Mentre Carole Baskin sta per mettere le mani sulla proprietà del malfamato zoo di Joe Exotic, finito dietro le sbarre, emergono nuove rivelazioni sui moventi, i retroscena e i segreti dei più famosi proprietari di felini degli Stati Uniti. Vecchi nemici e amici nemici, come Jeff Lowe, Tim Stark, Allen Glover e James Garretson ritornano in veste di accusatori o persone informate dei fatti. Pensavi di conoscere tutta la storia? Aspetta e vedrai.

 

LA RUOTA DEL TEMPO (19 novembre, Prime Video)*

COSA CI PIACE: In questo caso, più che piacere, ci incuriosisce. Capire se l’adattamento tv sarà all’altezza della saga di Robert Jordan, che ha letteralmente stregato i lettori.

Basata sulla serie di romanzi best-seller di Robert Jordan – che ha venduto oltre 90 milioni di copie nel mondo -, la serie fantasy prodotta da Amazon Studios e Sony Pictures Television “La Ruota del Tempo” (The Wheel of Time) è stata rinnovata per una seconda stagione prima ancora del suo debutto su Prime Video. Quando si dice bruciare le tappe. Produttore esecutivo e showrunner è Rafe Judkins (Agents of S.H.I.E.L.D., Hemlock Grove). 

In un mondo epico e tentacolare in cui la magia esiste e solo alcune donne possono utilizzarla vive Moiraine (Rosamund Pike), che fa parte di una potente organizzazione chiamata Aes Sedai. Dalla cittadina di Two Rivers la donna partirà per un pericoloso viaggio intorno al mondo insieme a cinque compagni, giovani uomini e donne, tra cui si profetizza esserci anche il Drago Rinato, destinato a salvare o a distruggere l’umanità.

 

GOMORRA (dal 19 novembre, Sky Atlantic/NOW)*

COSA CI PIACE: La resa dei conti finale tra Genny Savastano e Ciro Di Marzio detto l’Immortale (che ci auguriamo sia all’altezza del fenomeno internazionale che è stato “Gomorra – La serie”). 

L’attesa è agli sgoccioli: a partire da venerdì 19 novembre andrà in onda su Sky Atlantic, e in streaming su NOW, la stagione finale della serie cult prodotta da Cattleya in collaborazione con Beta Film. Dieci episodi diretti in parte da Marco D’Amore (1-5 e 9), in parte da Claudio Cupellini (6-8 e 10). Oltre a D’Amore e Salvatore Esposito, nel cast tornano Ivana Lotito (Azzurra) e Arturo Muselli (Enzo Sangue Blu), insieme a interessanti new entry come Domenico “Mimmo” Borrelli che interpreta Don Angelo detto ‘O Maestrale e Tania Garribba che interpreta la moglie di lui, Donna Luciana.

Lo scontro tra i Levante e Patrizia ha lasciato Napoli in macerie, costringendo Genny a rinunciare al suo sogno di normalità e a tornare in campo. Ma ora è braccato dalla polizia, costretto in un bunker e senza più Azzurra e Pietrino, abbandonati per garantire loro una vita migliore. Il suo unico alleato è ora ‘O Maestrale, il misterioso boss di Ponticelli. La guerra è imminente e i nemici agguerriti. Ma arriva un fulmine a ciel sereno: Ciro Di Marzio è vivo, in Lettonia. E per Genny nulla sarà più come prima. 

 

E anche per questa settimana è tutto. Passo la palla a Sofia Peroni che curerà il prossimo appuntamento con la rubrica Streaming addicted, quello di lunedì 22 novembre. Alla prossima settimana!

Previous articleDisney+ Day: il meglio delle novità Disney Pixar in arrivo in streaming
Next articleDisney+ Day: le novità LucasFilm in uscita in streaming nei prossimi mesi
Nata a Napoli, a otto anni si trasferisce in provincia di Gorizia dove si diletta di teatro. Torna nella sua amata città agli inizi del nuovo millennio e qui si diploma in informatica e comincia a scrivere - pensieri, racconti, per poi arrivare al primo romanzo, "Anime". Nel frattempo ha cambiato di nuovo città e scenario, trasferendosi nelle Marche. Oggi conduce per RadioSelfie.it "Lo chiamavano cinema", un approfondimento settimanale sulla settima arte, e scrive articoli sullo stesso tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here