Streaming addicted: cosa vedere online dal 2 all’8 maggio

Ogni settimana serie tv e film da non perdere disponibili su Netflix, Amazon, Disney+, NOW

Maggio è per definizione il mese dei fiori, e ci viene da dire che anche le nuove uscite al cinema e in streaming… sbocciano come un prato fiorito! Siamo o non siamo poetici? Sarà la bella stagione che ci ispira e tira fuori il meglio di noi.

Per restare al passo con le nuove uscite “digitali”, ogni lunedì c’è la rubrica Streaming addicted, dove uno dei nostri redattori, a turno, stila la sua classifica delle novità da non perdere in uscita su Netflix, Prime Video, Disney+, Sky e NOW, Rai Play, Apple TV+.

In questa settimana ho scelto per voi tre serie tv, seconde e terze stagioni di titoli apparsi negli scorsi anni, una miniserie e un documentario di genere crime/investigativo. C’è davvero l’imbarazzo della scelta. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

* L’asterisco indica che su Parole a Colori è già disponibile
o sarà disponibile nel corso della settimana la recensione
(cliccando sul titolo si viene indirizzati all’articolo)

 

SUMMERTIME (4 maggio, Netflix)*

COSA CI PIACE: La freschezza con cui vengono affrontati temi delicati e spesso “ansiogeni” per i giovani.

Arriva su Netflix la terza e ultima stagione di “Summertime”, la serie italiana prodotta per Netflix da Cattleya che in origine si proponeva di adattare per il piccolo schermo il romanzo di Federico Moccia “Tre metri sopra il cielo” – ma poi ha preso una piega alquanto diversa. Negli otto episodi ritroveremo Coco Rebecca Edogamhe, Ludovico Tersigni, Amanda Campana, Andrea Lattanzi e Giovanni Maini insieme a diverse new entry, come Cristiano Caccamo nel ruolo di Luca e Emilia Scarpati Fanetti in quello di Federica.

Un’altra estate è arrivata sulla Riviera romagnola: Summer sembra pronta a vivere la stagione con la spensieratezza che non ha mai avuto; Dario riceve una proposta che non può lasciarsi scappare; Sofia ritorna con la paura di essere ormai un’estranea per i suoi amici; Ale è in preda a profondi sensi di colpa. Tutti dovranno fare un ulteriore passo in avanti verso la scoperta di se stessi, dei propri sogni e aspirazioni. 

 

CLARK (5 maggio, Netflix)*

COSA CI PIACE: Il focus su un personaggio incredibile – malvivente, rapinatore, trafficante, ma incredibile. 

Sei episodi compongono la serie drammatica svedese “Clark”, diretta da Jonas Åkerlund, che si basa su verità e menzogne rivelate nell’autobiografia di Clark Olofsson, il famigerato rapinatore di banche che ha dato origine all’espressione “la sindrome di Stoccolma”. Bill Skarsgård interpreta il protagonista. Insieme a lui nel cast Alicia Agneson, Vilhelm Blomgren, Sandra Ilar, Kolbjörn Skarsgård. 

Nonostante le svariate condanne che gli sono state inflitte per traffico di droga, tentato omicidio, violenza, furti e decine di rapine in banca, infatti, Olofsson ha fatto perdere la testa a un Paese intero. E in seguito a una sua rapina in banca con ostaggi, nell’agosto 1973, gli psichiatri e criminologi hanno coniato il termine, per indicare la strana connessione emotiva che si sviluppa, in alcuni casi, tra vittime e malviventi. 

 

TEHRAN (dal 6 maggio, AppleTV+)

COSA CI PIACE: Glenn Close che si unisce al cast e promette di portare tutto il suo carisma in questa bella serie israeliana. 

Torna su Apple TV+ la spy story di Moshe Zonder, già autore di “Fauda”, con la seconda stagione composta da otto episodi. I primi due usciranno in anteprima mondiale venerdì 6 maggio; gli altri a seguire, uno ogni venerdì. Tra le novità più interessanti, l’ingresso nel cast di un pezzo da novanta del calibro di Glenn Close, che interpreta Marjan Montazeri, una donna britannica che vive nella capitale iraniana.

Nella prima stagione abbiamo conosciuto Tamar (Niv Sultan), un’agente-hacker del Mossad infiltrata a Teheran sotto falso nome. La sua missione era quella di distruggere il reattore nucleare iraniano. Ma quando la missione fallisce, Tamar deve pianificare una nuova operazione, rischiando di mettere in pericolo tutti i suoi affetti più cari.

 

THE WILDS (6 maggio, Prime Video)*

COSA CI PIACE: Il mistero che incontra la surviving story, da sempre binomio vincente in tv.

La prima serie young adult Amazon Original “The Wilds” è pronta a tornare con i nuovi episodi. L’ideatrice Sarah Streicher riprende la narrazione delle tormentate disavventure di un gruppo di adolescenti bloccate su un’isola deserta, dove non sono finite per caso, come credevano… Nel cast Sophia Taylor Ali, Shannon Berry, Jenna Clause, Reign Edwards. 

La nuova stagione aumenta di pathos, svelando che non solo le ragazze sono state segretamente reclutate per un complesso esperimento sociale, ma che c’è un nuovo gruppo di soggetti, un’isola di soli ragazzi adolescenti, anche loro alle prese con la lotta per la sopravvivenza sotto lo sguardo vigile del “burattinaio” di questo esperimento.

 

THE UNSOLVED MURDER OF BEVERLY LYNN SMITH
(6 maggio, Prime Video)

COSA CI PIACE: La possibilità di immergerci in un’indagine sotto copertura. Sembra la sceneggiatura di un film, ma è tutto vero… 

Diretta da Nathalie Bibeau, la regista di “The Walrus and the Whistleblower”, la docu-serie Amazon Original si immerge nella elaborata e controversa operazione sotto copertura che avrebbe dovuto indagare su un sospettato per l’omicidio della 22enne Beverly Lynn Smith ma ha finito solo per sollevare ancora più interrogativi, in un’indagine che dura da decenni. 

Beverly Lynn Smith viveva in una fattoria in Ontario con suo marito e il loro bambino di 10 mesi quando, il 9 dicembre del 1974, fu uccisa nella cucina di casa. Fin dalla notte dell’omicidio, 50 anni fa, Alan Smith (che non aveva nessun collegamento con la donna) venne considerato figura chiave nelle indagini. Nel 2007, il cold case venne riaperto grazie ai risultati di un test del poligrafo, Smith è diventato il principale sospettato e il bersaglio di una indagine controversa. Nonostante tutto, lui si è sempre professato innocente.

 

E anche per questa settimana è tutto. Fateci sapere nei commenti e sui nostri social cosa ne pensate di queste nuove uscite, cosa vi ha convinto e cosa no. Con la rubrica Streaming addicted vi diamo appuntamento a lunedì 9 maggio, quando la nostra direttora Roberta Turillazzi entrerà nel vivo del mese, con le sue proposte. 

Previous article“Quando Hitler rubò il coniglio rosa”: un film toccante, per grandi e piccini
Next article“La cena perfetta”: una brillante commedia romantica tra i fornelli
Nata a Napoli, a otto anni si trasferisce in provincia di Gorizia dove si diletta di teatro. Torna nella sua amata città agli inizi del nuovo millennio e qui si diploma in informatica e comincia a scrivere - pensieri, racconti, per poi arrivare al primo romanzo, "Anime". Nel frattempo ha cambiato di nuovo città e scenario, trasferendosi nelle Marche. Oggi conduce per RadioSelfie.it "Lo chiamavano cinema", un approfondimento settimanale sulla settima arte, e scrive articoli sullo stesso tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here