Streaming addicted: cosa vedere online dal 26 dicembre al 1 gennaio

Ogni settimana serie tv e film da non perdere disponibili su Netflix, Amazon, Disney+, NOW

Il weekend lungo di Natale è alle nostre spalle, ma è già il momento di guardare avanti, al Capodanno e all’inizio del 2023 che ci aspetta dietro l’angolo. Tra cene, pranzi e reunion, buoni propositi e regali più o meno azzeccati, godersi qualche ora di relax con una serie o un film è un’ottima idea.

Ormai lo sapete: per restare al passo con le nuove uscite “digitali” l’appuntamento da non perdere è quello con la rubrica Streaming addicted, eccezionalmente online di martedì, dove uno dei nostri redattori, a turno, stila la sua classifica delle migliori novità in uscita su Netflix, Prime Video, Disney+, Sky e NOW, Rai Play, Apple TV+.

Questa settimana mi sono sbizzarrita, recuperando anche alcuni titoli usciti sette giorni fa. I film sono ben quattro: uno di animazione per tutta la famiglia, una sorprendente commedia italiana, il capitolo conclusivo di una amatissima saga e l’atteso adattamento di un romanzo di Don DeLillo. La serie, invece, è un intrigante prequel di genere fantasy… 

Cercate qualche buon motivo per vedere – o non vedere – una serie?
Noi di Parole a Colori ve ne diamo tre!
Cliccate sul titolo con l’asterisco per scoprirli nelle nostre recensioni

 

STRANGE WORLD – UN MONDO MISTERIOSO
(23 dicembre, Disney+)*

COSA CI PIACE: Ecologia e inclusione in una storia coloratissima e avventurosa per tutta la famiglia. 

Dopo essere uscito al cinema a fine novembre, il film di Don Hall (premio Oscar con “Big Hero 6”) e Qui Nguyen, che porta avanti un interessante messaggio ecologico e inclusivo, arriva in streaming su Disney+. “Strange World – Un mondo misterioso” è un tributo ai classici d’avventura e di fantascienza del passato, che si ispira ai pulp magazines di inizio Novecento (quelle riviste che mescolavano fantascienza, mistero, avventura, poliziesco per un divertimento a poco prezzo), a “King Kong”, “Indiana Jones” e “Viaggio al senso della terra”.

C’è una terra lontana, Avalonia, circondata da una formidabile catena di montagne che nessuno è mai riuscito ad attraversare. Avalonia sta morendo, ridotta com’è alla stagnazione e all’impossibilità di crescere, e molti ripongono l’ultima speranza di salvezza oltre quelle montagne. Lo fanno anche i Clade, Jaeger e Searcher, padre e figlio, un duo di esploratori che da anni tenta disperatamente di trovare un passaggio per andare dall’altra parte. Durante una spedizione, Searcher scopre una misteriosa pianta capace di generare energia elettrica, e mentre Jaeger decide di proseguire da solo alla ricerca di una via d’accesso, il figlio torna in città riportando la pianta che sarà il motore di rinascita dell’intera Avalonia. Dopo venticinque anni, quell’energia sembra stia per esaurirsi, e allora tocca imbarcarsi in una nuova avventura…

 

BEATA TE
(25 dicembre, Sky Cinema/NOW)*

COSA CI PIACE: Leggerezza e originalità per una commedia italiana diversa dal solito, e bene interpretata. 

Lanuova commedia Sky Original “Beata te”, che affronta con toni leggeri ma non banali il delicato tema della maternità e della libera scelta, è arrivata su Sky Cinema e NOW il 25 dicembre. La sceneggiatura si basa sul testo teatrale di Luisa Merloni “Farsi Fuori” e vede Serena Rossi nel ruolo della protagonista. Insieme a lei nel cast Fabio Balsamo, Paola Tiziana Cruciani, Gianni Ferreri. 

Marta è una donna di quarant’anni single, che lavora come regista teatrale e che tutto sommato si sente soddisfatta della propria vita. Prossima a debuttare con la sua versione di “Amleto”, riceve però la visita inaspettata dell’Arcangelo Gabriele (Balsamo) che le annuncia che presto avrà un figlio. Marta, non convinta se accettare il bimbo come “dono” celeste, chiede del tempo per pensarci su. Rimasto basito dalla richiesta, l’Arcangelo si ritrova costretto a restare sulla Terra per due settimane in attesa di una decisione. 

 

THE WITCHER – BLOOD ORIGIN
(25 dicembre, Netflix)

COSA CI PIACE: La possibilità di scoprire la storia del Continente prima degli witcher, aspettando la terza stagione della serie madre. 

Ogni racconto ha un inizio. I fatti mai raccontati del Continente in “The Witcher: Blood Origin”, una nuova serie prequel ambientata in un mondo di elfi 1.200 anni prima degli eventi di “The Witcher”. Blood Origin racconta la storia ormai dimenticata della creazione del primo prototipo di witcher e delle vicende che hanno portato alla cruciale “Congiunzione delle sfere”, quando gli universi di mostri, uomini ed elfi si sono fusi. 

Quattro episodi incentrati soprattutto su un gruppo di sette guerrieri e maghi di varia estrazione che capitano assieme per caso e assumono la missione di contrastare la principessa Merwyn (Mirren Mack) e il druido Balor (Lenny Henry). Tra loro ci sono la cantastorie vagabonda Éile (Sophia Brown), il travagliato guerriero Fjall (Laurence O’Fuarain) e soprattutto Sciàn, ultima superstite di un clan di elfi erranti e interpretata da Michelle Yeoh.

 

WHITE NOISE (30 dicembre, Netflix)*

COSA CI PIACE: La particolarità del film, e il suo chiamare in causa lo spettatore, a cui vengono poste tante domande. 

Il nuovo film di Noah Baumbach, ispirato al romanzo omonimo del 1985 di Don DeLillo, arriva su Netflix dopo il passaggio alla Mostra del cinema di Venezia e al BFI London Film Festival. Adam Driver, Greta Gerwig, Raffey Cassidy, Alessandro Nivola e Don Cheadle sono i protagonisti di questa pellicola impegnativa sia a livello verbale che visivo, ambientata in un piccolo centro del Midwest. 

A Blacksmith scorre imperturbabile la vita della famiglia Gladney: Jack, Babette e i loro quattro figli, nati da matrimoni precedenti. Una routine scandita da sedute televisive, confronti padre-figlio, discorsi ragionati o irragionevoli su questa o quell’altra notizia, visite rituali al supermercato, dove tutti si abbandonano al consumo frenetico di oggetti, messaggi, rumore. Un rumore di fondo che ossessiona Jack, professore al College on the Hill, dove ha fondato un dipartimento di studi hitleriani. Da qualche tempo l’uomo vive in una sorda e costante paura della morte. Un enorme nube chimica, causata dal deragliamento di un treno, materializza improvvisamente la sua angoscia, minacciando direttamente l’esistenza dei Gladney.

 

JURASSIC WORLD – IL DOMINIO
(1 gennaio, Sky Cinema/NOW)*

COSA CI PIACE: La possibilità di mettere un punto (speriamo definitivo) a una saga storica.

Il sesto – e ultimo? – capitolo della saga giurassica che ha preso il là dal romanzo di Michael Crichton, che ispirò Steven Spielberg nei primi anni ‘90, e terzo della seconda trilogia iniziata nel 2015, arriva su Sky Cinema e NOW. Una ventata di emozioni mastodontiche e nostalgiche, che vede il ritorno di alcuni volti storici come Sam Neill, Laura Dern e Jeff Goldblum che uniscono le forze con le nuove leve per salvare, ancora una volta, il mondo.

Quattro anni dopo la distruzione dell’Isola Nublar i dinosauri si aggirano nel mondo degli uomini, adattandosi a condizioni ambientali inedite. La multinazionale Biosyn si occupa di raccogliere esemplari allo stato brado per confinarli in un’area nelle Dolomiti, dove studiare nuove possibilità di cura delle malattie attraverso la manipolazione del DNA. Intanto una moltitudine di locuste geneticamente modificate distrugge i raccolti negli Stati Uniti: le origini di queste nuove forme di vita sono sconosciute.

 

E anche per questa settimana è tutto. Non dimenticate di commentare online e sui social quello che avete visto. Con la rubrica Streaming addicted vi diamo appuntamento a lunedì 2 gennaio, quando sarà la nostra Sofia Peroni ad aprire il 23, parlandovi del meglio delle nuove uscite. 

Previous article“Animali fantastici – I segreti di Silente”: un passo avanti per la saga
Next article“Troppo cattivi”: un gangster movie animato, divertente e brioso
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here