Streaming addicted: cosa vedere online dal 28 marzo al 3 aprile

Ogni settimana serie tv e film da non perdere disponibili su Netflix, Amazon, Disney+, NOW

La notte degli Oscar ha regalato diverse sorprese. “I segni del cuore – CODA” ha sbaragliato la concorrenza, imponendosi come miglior film. “Dune” ha lasciato briciole agli altri per ciò che riguarda le categorie tecniche. E poi c’è Will Smith, che si è aggiudicato il primo Oscar della carriera e ha rischiato di venire arrestato per aver aggredito il comico Chris Rock sul palco. 

La nostra rubrica del lunedì Streaming addicted, dove uno dei nostri redattori, a turno, stila la sua classifica delle novità da non perdere in uscita su Netflix, Prime Video, Disney+, Sky, Rai Play, Apple TV+, guarda alla notte degli Oscar ma non solo a quella.

Ho scelto per voi 3 serie, tra cui l’ultima, attesissima produzione Marvel con protagonista Oscar Isaac, e 2 film, assolutamente da non perdere (sì, c’è anche il fresco vincitore dell’Oscar, tra questi). Pronti a scoprire insieme di cosa si tratta?

 

* L’asterisco indica che su Parole a Colori è già disponibile
o sarà disponibile nel corso della settimana la recensione
(cliccando sul titolo si viene indirizzati all’articolo)

 

HALO – LA SERIE (dal 28 marzo – Sky Atlantic/NOW)

COSA CI PIACE: Gli adattamenti di videogame non sono stati memorabili, negli ultimi anni. Questo riuscirà a invertire la tendenza?

Ha preso il via il 24 marzo in versione originale e da ieri, 28 marzo, su Sky Atlantic e in streaming su NOW in quella in italiano l’attesa “Halo – La serie” (che ricordiamo è stata rinnovata per una seconda stagione prima ancora della messa in onda della prima). La serie adatta per il piccolo schermo uno dei videogiochi di maggior successo di sempre, diventato poi un vero e proprio fenomeno di intrattenimento globale.

Nel XXVI secolo, l’umanità si scontra con una minaccia aliena nota come Covenant. Pablo Schreiber (American Gods) interpreta il super soldato Master Chief; Natascha McElhone la dottoressa Halsey, brillante, tormentata e imperscrutabile creatrice dei super soldati Spartan; e Jen Taylor Cortana, l’IA più avanzata nella storia umana e potenzialmente la chiave per la sopravvivenza della razza umana. Nel cast anche Bokeem Woodbine, Shabana Azmi, Natasha Culzac, Olive Grey, Yerin Ha.

 

MOON KNIGHT (dal 30 marzo, Disney+)*

COSA CI PIACE: La Marvel ci ha abituato a serie e miniserie di grande qualità, quindi le nostre aspettative sono alte. 

Il conto alla rovescia è agli sgoccioli. Debutterà il 30 marzo su Disney+ “Moon Knight”, la miniserie Marvel in sei episodi incentrata sul personaggio di Steven Grant/Marc Spector. Oscar Isaac interpreta il protagonista. Insieme a lui Ethan Hawke nel ruolo di Arthur Harrow e May Calamawy in quello di Layla, amica di lungo corso di Marc che deve fare i conti con il suo complesso disturbo della personalità.

Steven Grant, un tranquillo impiegato di un negozio di souvenir, viene colpito da vuoti di memoria e ricordi provenienti da un’altra vita. Steven scopre di avere un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il suo corpo con il mercenario Marc Spector. Mentre i nemici si avvicinano, i due devono indagare sulle loro identità complesse mentre si spingono in un mistero mortale tra i potenti dei dell’Egitto.

 

ASSASSINIO SUL NILO (30 marzo, Disney+)*

COSA CI PIACE: La trasposizione convincente del classico di Agatha Christie, dove si mescolano atmosfere esotiche, effetti speciali e una forte componente emotiva e sentimentale. 

Kenneth Branagh e Michael Green – regista e interprete il primo, sceneggiatore il secondo -, continuano nell’opera di adattamento e ringiovanimento di un modello letterario mai passato di moda, i gialli di Agatha Christie. Dopo “Assassinio sull’Orient Express” del 2017, il detective belga Hercule Poirot è chiamato a indagare in “Assassinio sul Nilo”, in arrivo su Disney+ dopo essere uscito al cinema a febbraio. Nel cast Tom Bateman, Annette Bening, Russell Brand, Gal Gadot, Armie Hammer, Rose Leslie, Emma Mackey.

Hercule Poirot viene invitato dall’amico Bouc a partecipare alla crociera lungo il Nilo organizzata da una coppia di neosposi, l’ereditiera Linnet Ridgeway e Simon Doyle, conosciuto a Londra poco tempo prima e soffiato alla migliore amica Jacqueline de Bellefort. Al viaggio partecipano anche la zia di Linnet e la sua infermiera; il cugino della donna e gestore delle sue finanze; la cameriera francese; una cantante blues e la nipote manager; la madre di Bouc e la stessa Jacqueline, che perseguita i due sposini e medita vendetta. Quando Linnet viene trovata uccisa, sul battello si apre l’indagine di Poirot.

 

I SEGNI DEL CUORE – CODA
(1 aprile, Sky Cinema/NOW)*

COSA CI PIACE: La morale di questa favola indie tenera e briosa: nonostante tutto, è sempre possibile farcela. 

Arriva su Sky Cinema e in streaming su NOW il film di Sian Heder fresco vincitore dell’Oscar. “I segni del cuore – CODA” è un remake del film francese del 2014 “La famiglia Bélier” – l’unica differenza narrativa è che nel primo caso la famiglia protagonista si occupava di agricoltura, qui di pesca. Nel cast Emilia Jones, Marlee Matlin, Troy Kotsur, Daniel Durant, Eugenio Derbez. 

La diciassettenne Ruby è l’unica udente di una famiglia di persone sorde. Ogni mattina, prima di andare in classe, aiuta i genitori e il fratello a gestire l’attività di pesca ed è lei il referente principale per contrattare la vendita del pesce. Al tempo stesso ha una grande passione per il canto ed entra nel coro della scuola diretto dal maestro Bernardo Villalobos che con lei è molto severo, ma riconosce che ha un grande talento e cerca di prepararla per l’audizione a una prestigiosa scuola. Ruby si trova ora a un bivio: seguire i propri sogni o continuare ad aiutare la sua famiglia?

 

SLOW HORSES (dal 1 aprile, Apple TV+)

COSA CI PIACE: Il cast, dove spicca il premio Oscar Gary Oldman. 

Debutta il 1 aprile su AppleTV+ con i primi due episodi, mentre i restanti quattro saranno poi rilasciati a cadenza settimanale, uno ogni venerdì, la serie britannica “Slow Horses”. Una storia di spionaggio venata di dark humor, ispirata al romanzo omonimo di Mick Herron, con protagonisti Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Olivia Cooke.

In seguito al fallimento di una missione sul campo, l’agente River Cartwright (Jack Lowden) viene trasferito nei cosiddetti “Slow Horses”, agenti dell’MI5 che hanno commesso un errore di troppo e si occupano quindi di faccende burocratiche e scartoffie varie. Il capo del dipartimento è Jackson Lamb (Oldman), un uomo rude e burbero. Le vite apparentemente piatte della squadra cambiano quando vengono coinvolti in un caso… 

 

Anche questa settimana i titoli interessanti non mancano. Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti e sui nostri social. Con la rubrica Streaming addicted vi diamo appuntamento a lunedì 4 aprile, con la nostra Concetta Piro e la sua cinquina di novità da non perdere. Buona visione!

Previous article“I segni del cuore – CODA”: una favola indie sul farcela malgrado tutto
Next article“Acque profonde”: un thriller privo di tensione, che annoia lo spettatore
Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here