“Tonno spiaggiato”: dark comedy che non scade mai nella volgarità

Frank Matano, Marika Costabile e Lucia Guzzardi nell'opera prima del regista Matteo Martinez

Un film di Matteo Martinez. Con Frank Matano, Marika Costabile, Lucia Guzzardi, Niccolò Senni, Fabrizio Nevola. Commedia, 90′. Italia, 2018

Francesco è un comico che mette il parmigiano ovunque e non fa ridere nessuno. L’unica che, alle sue battute pietose recitate in palcoscenico, scoppia in una risata è Francesca, e fra i due nasce un amore delicato e paradossale che dura per ben 15 settimane. Poi però Francesco ha la pessima idea di esibirsi in uno sketch che ha come oggetto proprio la sua ragazza, “colpevole” di avere qualche chilo in più: per la prima volta ridono tutti – tutti meno Francesca. La grande storia d’amore finisce, e Francesco non se ne fa una ragione: il suo destino di tonno spiaggiato rischia di rimanere tale per sempre. Per riconquistare la sua ex dovrà inventarsi di tutto, fino al piano più assurdo: uccidere la zia di Francesca per poter riabbracciare la nipote al funerale.

 

Quando si viene lasciati dopo anni d’amore, in molti si sentono depressi, avviliti, svuotati, come “tonni spiaggiati”. Certo, c’è anche chi festeggia la ritrovata libertà, ma non sono molti.

Se poi l’uomo o la donna della tua vita, quella che ha sempre creduto in te, ti ha sostenuto nei momenti difficili sia a livello personale che professionale, la perdi per un tuo errore, allora ti senti anche un vero idiota.

È quello che succede a Francesco (Matano), protagonista della commedia di Matteo Marinez “Tonno spiaggiato”. Comico di scarso successo, ha trovato in Francesca un appoggio e un sostegno. Quando però una battuta infelice spinge la ragazza a lasciarlo, Francesco capisce che deve fare tutto il possibile per riconquistarla.

Il film è una dark comedy in salsa italiana, capace di essere politicamente scorretta senza però eccedere in volgarità, mantenendo sempre uno stile incisivo, brillante e originale. Ed elevandosi quando in scena entra Lucia Guzzardi, attrice siciliana di talento ed esperienza che ruba la scena a tutti gli altri, regalando una performance davvero esaltante e convincente.

Frank Matano, di buon grado, accetta il ruolo di spalla, e forma con lei un’inedita e spassosa coppia artistica, spiazzando e conquistando lo spettatore.

Marika Costabile è una piacevole sorpresa, intensa, piacevole e co una fisicità per una volta non da calendario. Niccolò Senni, sebbene il suo personaggio appaia il più macchiettistico di tutti, è convincente.

“Tonno spiaggiato”, nonostante qualche passaggio critico a livello strutturale e registico, è un riuscito e brillante esordio alla regia per Matteo Martinez, merito anche di una colonna sonora efficace e di una bella fotografia.

A tutti può capitare di sbagliare, nella vita, anche in campo sentimentale. Ciò che conta è rendersi conto dei propri errori e provare a rimediare, non finendo come un “tonno spiaggiato”, emotivamente e umanamente.

 

Il biglietto da acquistare per “Tonno Spiaggiato” è:
Nemmeno regalato. Omaggio. Di pomeriggio (con riserva). Ridotto. Sempre.

 

Previous article“Sorry angel”: amori e contraddizioni nella vita di uno scrittore gay
Next articleCINEMA IN TV | I film dal 14 al 20 maggio
È nato in Sicilia, ma vive a Roma dal 1989. È un proprietario terriero e d’immobili. Dopo aver ottenuto la maturità classica nel 1995, ha gestito i beni e l’azienda agrumicola di famiglia fino al dicembre 2012. Nel Gennaio 2013 ha aperto il suo blog, che è stato letto da 15.000 persone e visitato da 92 paesi nei 5 continenti. “Essere Melvin” è il suo primo romanzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here