Torino Film Festival: tutti su MYmovies per la 38esima edizione

Il programma è composto da 133 titoli. Online anche conferenze, Q&A, approfondimenti

Dopo Venezia e Roma, anche Torino si stava preparando da mesi a una versione ibrida del suo Festival, in parte in presenza, in parte no. Ma gli ultimi dpcm hanno cambiato le carte in tavola e allora il TFF 2020, dal 20 al 28 novembre, sarà completamente online.

“Con l’edizione digitale, per la prima volta il TFF raggiungerà un pubblico più vasto – ha spiegato il direttore della kermesse, Stefano Francia di Celle. – Voglio ringraziare la comunità di cui fanno parte artisti, produttori, distributori che ci hanno permesso di realizzare questa nuova versione. Un piccolo tassello del grande mosaico della vita culturale internazionale ma, in questo momento, necessario ad affermare con fermezza l’importanza politica della cultura per il miglioramento della vita di tutti”.

Marco Bocci in una scena di “Calibro 9”.

I 133 film che compongono il programma saranno presentati sulla piattaforma MYmovies, in una sala virtuale. Pubblico e addetti ai lavori avranno a disposizione una finestra di 48 ore a partire dalle 14.00 di ogni giorno, per poter visionare le pellicole.

Un palinsesto di incontri e iniziative sarà trasmesso in streaming gratuito sul canale YouTube del festival, insieme ad apertura e chiusura del Festival, agli eventi speciali RadioAMARCORD e Visioni Resistenti e alla cerimonia di conferimento del premio Stella della Mole per l’innovazione artistica a Isabella Rossellini. Inoltre sul sito del TFF ci saranno presentazioni, Q&A e contenuti speciali per conoscere meglio i film della selezione e i loro autori.

Francesco Montanari in una scena di “Regina”.

Tra le novità, la scelta di selezionare per il concorso principale, Torino 38, un numero uguale di film diretti da registi e registi, sei per ciascuna “categoria”. Tra le 12 opere in lizza, un solo italiano, Alessandro Grande con il suo “Regina”, storia di un padre e di una figlia con la passione per la musica, interpretato da Francesco Montanari.

Al concorso classico si aggiunge quest’anno quello dedicato ai cortometraggi. Anche in questo caso sono state selezionate 12 opere inedite in Italia, che affrontano una varietà di temi e utilizzano una varietà di stili. La cosa interessante è che saranno proiettati insieme ai film di Torino 38, in interessanti accoppiate.

“Wildfire”

Un programma giocoforza ridotto nei numeri, ma che non rinuncia alla sua cifra caratteristica, la volontà di presentare al pubblico le nuove forme e le nuove tendenze del cinema. Tra i titoli più interessanti – di cui 52 presentati in anteprima mondiale – “I tuffatori” di Daniele Babbo, “Wildfire” di Cathy Brady, “The evening hour” di Braden King, “Botox” di Kaveh Mazaheri.

Ci aspettano nove giorni di grande cinema che noi della redazione di Parole a Colori siamo pronti a raccontarvi al meglio nel nostro speciale, anche se ognuno da casa propria. Ma idealmente siamo già in viaggio per Torio. E voi?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here