Tre libri da leggere con i più piccoli per il Giorno della memoria

In ogni appuntamento una richiesta e tre suggerimenti di lettura per bambini e ragazzi

Il 27 gennaio si celebra in tutto il mondo il Giorno della memoria, in ricordo delle vittime dell’Olocausto. Ricordare il passato è fondamentale, ma raccontare eventi di questa drammatica portata ai bambini non è semplice. Eppure è necessario.

Ho cercato di farlo attraverso tre libri, nell’appuntamento di oggi con la rubrica I consigli della libraia, dove vi propongo dei terzetti di letture per bambini e ragazzi per rispondere a una precisa richiesta o a una suggestione. In questo caso ho spaziato, con un albo per i più piccoli e due letture per le elementari. 

Sto cercando… un libro per il Giorno della memoria. 

 

1. IL CAVALIERE DELLE STELLE di Luca Cognolato, Silvia Del Francia (Lapis)

È uscito il 14 gennaio per Lapis questo albo illustrato adatto a partire dai 4 anni. Vi si racconta la storia vera di Giorgio Perlasca (1910-1992), un commerciante italiano che nell’inverno del 1944, nel corso della seconda guerra mondiale, fingendosi Console generale spagnolo, salvò la vita di oltre cinquemila ebrei ungheresi strappandoli alla deportazione nazista e alla Shoah. Una storia di coraggio e di altruismo, assolutamente da (ri)scoprire. 

 

2. IL GIORNO SPECIALE DI MAX di Sophie Adriansen (DeA)

Max non ha mai avuto un animale domestico e adesso che c’è Auguste non si stancherebbe mai di guardarlo mentre nuota felice nella sua boccia. Ma il mondo attorno a loro sta cambiando. Ora bisogna andare in giro con una stella d’oro sul petto. Si parla di “discriminazione” e “rastrellamento”, ma nessuno spiega a Max che cosa vogliano dire queste parole. Fino a che un giorno a casa Geiger, la casa di Max e Auguste, non arrivano i tedeschi. È il 16 luglio 1942. E la famiglia Geiger deve fare le valigie. Max non sa per dove, sa solo che il pesciolino Auguste non potrà seguirlo. Forse un giorno riuscirà a tornare da lui? Età di lettura dagli 8 anni.

 

3. SCOLPITELO NEL VOSTRO CUORE di Liliana Segre (Piemme)

In questo libro, la senatrice Liliana racconta la sua storia di profuga, clandestina, rifugiata. E lo fa usando espressioni vicine al nostro presente, così che la sua testimonianza del passato sia una sorta di ponte per parlare anche di noi, dell’oggi. Un messaggio per i giovani, affinché il futuro sia libero dalle piaghe dell’indifferenza e dell’odio. Consigliato dai 9 anni.

 

E anche per oggi è tutto. Fateci sapere nei commenti oppure online quali sono, secondo voi, i libri “giusti” per parlare della Shoah ai più piccoli. I consigli della libraia vi dà appuntamento su Parole a Colori a inizio febbraio, quando parleremo di un altro tema delicatissimo, il bullismo, in occasione della giornata nazionale. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here