“Viola come il mare”: 5 curiosità sulla serie con Can Yaman su Canale 5

Dall'origine letteraria all'ambientazione siciliana fino ai "simpatici" aneddoti dal set

Arriverà su Canale 5 venerdì 30 settembre per sei prime serate “Viola come il mare”, la serie in 12 episodi con protagonisti Francesca Chillemi e Can Yaman.

Viola (Chillemi) ha trent’anni, una bellezza prorompente e una particolarità: vede i sentimenti degli altri attraverso i colori. Quello che sembra un super-potere in realtà è una malattia, la sinestesia, ossia la sovrapposizione incontrollata di più sensi. Tornata a casa a Palermo dopo un’esperienza a Parigi, la donna inizierà a lavorare come giornalista di cronaca nera, e farà così la conoscenza dell’ispettore Francesco Demir (Yaman)…

Guilty pleasure o progetto con un qualche fondamento? A partire dal 30 settembre ce ne faremo un’idea. Per adesso, ecco 5 curiosità sulla serie diretta da Francesco Vicario. 

 

1LA SERIE È L’ADATTAMENTO DEL ROMANZO “CONOSCI L’ESTATE?” di Simona Tanzini, edito da Sellerio. La protagonista di questo giallo è affetta da un disturbo neurologico che le genera la sinestesia, una sovrapposizione spontanea e incontrollata di più sensi che, nel suo caso, le permette di associare colori specifici alle emozioni delle persone. Un personaggio femminile ricco di contraddizioni e sfaccettature.

2PALERMO, CITTÀ CARICA DI COLORI, FA DA SFONDO ALLA VICENDA. La storia tocca luoghi simbolo del capoluogo siciliano ma anche altri meno utilizzati dalla tv e per questo molto intriganti da scoprire. 

3CAN YAMAN HA RECITATO IN ITALIANO per la prima volta. L’attore turco ha avuto sul set una coach che lo ha aiutato non solo ad imparare la lingua in generale, ma anche a diventare esperto del lessico relativo alle indagini di Polizia (settore in cui opera il suo personaggio). 

4 FRANCESCA CHILLEMI È AL PRIMO RUOLO DA PROTAGONISTA assoluta in una serie tv. Sono 13 anni che l’attrice siciliana fa parte della “scuderia” LuxVide, e in questo periodo ha preso parte a molti progetti seriali – uno su tutti, “Che Dio ci aiuti!”. Francesco Vicario, che l’ha diretta a più riprese, la considera una grande attrice “da commedia”, capace di essere buffa e ironica al tempo stesso.  

5 CHIUDIAMO CON ALCUNI ANEDDOTI DAL SET. La presenza di Can Yaman è stata molto apprezzata, in Sicilia. Una signora, durante le riprese, ha prenotato la stanza di fronte a quella dell’attore solo per poterlo vedere. Ma c’è anche chi è stato più invadente, arrivando a origliare alla porta dell’attore – tanto da spingerlo a urlare: “Chiamate la polizia!”.

 

“Viola come il mare” debutterà in prima serata su Canale 5 venerdì 30 settembre. Il materiale letterario di partenza è promettente, la location anche. I due protagonisti sono avvenenti e – speriamo – affiatati. La serie si dimostrerà una piacevole sorpresa? 

Previous article“Morbius”: un grande Jared Leto in una origin story con evidenti difetti
Next article“Imma Tataranni – Sostituto procuratore”: 3 motivi per vederla
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here