È tutto pronto per la 72° edizione del Festival di Cannes, che prenderà il via il 14 maggio. In attesa di scoprire insieme ai nostri inviati chi si aggiudicherà la Palma d’oro, quali sorprese ci regaleranno i film in concorso – e quelli inclusi nelle altre sezioni del ricco programma – possiamo prepararci a cosa ci attende in apertura e chiusura di kermesse.

Per la prima volta nella storia, sarà un horror ad aprire la kermesse francese. Si tratta di “The Dead Don’t Die” diretto da Jim Jarmusch, con Bill Murray e Adam Driver. Il film omaggia, a partire dalla locandina, un classico del genere, “La notte dei morti viventi” di George A. Romero uscito nel 1968.

La tranquilla città di Centerville si trova improvvisamente sotto attacco da parte degli zombi. Murray, Driver e Chloe Sevigny interpretano tre tutori della legge, a cui toccherà l’ingrato compito di combattere l’ondata di cadaveri che escono dalle tombe.

“The Dead Don’t Die” uscirà nei cinema francesi lo stesso giorno della proiezione a Cannes, il 14 maggio, mentre negli Stati Uniti un mese dopo, il 14 giugno. Non è ancora stata resa nota la data di uscita italiana. Del cast fanno parte anche Selena Gomez, Steve Buscemi, Danny Glover, Iggy Pop e Tom Waits.

Il film di chiusura del Festival, proiettato il 25 maggio, sarà invece “The Specials”, dai registi di “Quasi Amici” e “Samba” Olivier Nakache e Éric Toledano. Vincent Cassel e Reda Kateb guidano un cast di attori non professionisti e adolescenti autistici in questa commedia dal forte elemento sociale.

La contemporaneità è ancora una volta al centro di tutto, con il pubblico che si trova letteralmente immerso nella vita di assistenti sociali, volontari, medici, famiglie impegnati a occuparsi di ragazzi autistici. Persone dipinte come veri e propri eroi della solidarietà.

Ribattezzata Ultima proiezione e non più film di chisura, proprio per sottolinearne l’importanza, da “The Specials” ci si aspettano grande cose – visti precedenti del calibro di “E.T.” di Steven Spielberg, “Thelma e Louise” di Ridley Scott, “L’uomo che uccise Don Chisciotte” di Terry Gilliam.

 

Previous articleCartoline da Cannes: “I figli del fiume giallo” e “L’albero dei frutti selvatici”
Next article“Le streghe”: nel 2020 al cinema il film che adatta il libro di Roald Dahl
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here