VerticalMovie: a Roma il 1° festival di video girati con lo smartphone

Appuntamento in Piazza del Popolo dal 20 al 23 settembre. In palio premi in denaro e borse di studio

È stato presentato a Roma il VerticalMovie, il primo Festival di video verticali girati con lo smartphone o con altri dispositivi professionali, che si svolgerà nella suggestiva cornice di Piazza del Popolo dal 20 al 23 settembre.

Ideato e scritto da Salvatore Marino, che ne è anche direttore artistico, e realizzato da Maurizio Ninfa, VerticalMovie si svolgerà in un anfiteatro creato appositamente per l’occasione, e il suo obiettivo è parlare soprattutto ai giovani.

“Gli smartphone sono ormai diventati delle telecamere evolute con una definizione incredibile, vere e proprie macchine da presa professionali – ha spiegato il direttore artistico Marino. – L’idea è dire ai giovani che con questo strumento, se usato bene, si possono raccontare delle belle storie, imparare a inquadrare, ad avere un’educazione delle immagini, il senso dell’estetica e del racconto. E che anche il tipo di scrittura deve cambiare, perché pure il linguaggio dev’essere verticale”.

Il concorso è aperto a chiunque voglia raccontare una breve storia, su qualunque tema e in qualsiasi stile, ma rigorosamente con l’inquadratura verticale, ovvero nel tipico formato dello smartphone.

Otto le sezioni in concorso – VerticalOpen, VerticalWoman, VerticalComedy,VerticalDoc,
VerticalHome, Vertical2K, VerticalTrain e VerticalSport -, quattro quelle fuori concorso – VerticalNews,VerticalArt, ViralWeb e Maestri Verticali. In palio premi in denaro per un valore complessivo di 10.000 €. Ma non solo.

L’attrice Fioretta Mari, docente allo Strasberg Institute di New York e giurata del Festival, nel corso dell’anteprima ha confermato la notizia di due borse di studio offerte da Anna Strasberg – vedova del fondatore dell’actor studio Lee Strasberg dal quale sono usciti artisti come Marlon Brando e Marilyn Monroe – al miglior regista e al miglior attore del VerticalMovie che permetteranno loro di studiare gratuitamente nella prestigiosa scuola d’arte newyorkese.

 

→ Tutte le informazioni su www.verticalmovie.it

 

Previous article“Bohemian Rhapsody”: Rami Malek e Gwilym Lee presentano il film a Roma
Next article“Una storia senza nome”: quando il cinema reinventa la realtà
Giornalista per passione e professione. Mamma e moglie giramondo. Senese doc, adesso vive a Londra, ma negli ultimi anni è passata per Torino, per la Bay area californiana, per Milano. Iscritta all'albo dei professionisti dal 1 aprile 2015, ama i libri, il cinema, l'arte e lo sport.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here