“War – La guerra desiderata”: una commedia originale ma caotica

Il film di Zanasi parla di guerra con i toni della commedia ma pecca in lunghezza

Un film di Gianni Zanasi. Con Edoardo Leo, Miriam Leone, Giuseppe Battiston, Carlotta Natoli, Stefano Fresi. Commedia, 130′. Italia 2022

Thomas detto Tom è laureato in Lingue romanze ma fa l’allevatore e il commerciante di vongole al posto del fratello maggiore, che giace in coma dopo un tentato suicidio, probabilmente a causa della difficoltà di fare il proprio lavoro in un Paese dove la corruzione e il nepotismo impediscono ogni possibilità di rimanere onesti. Lea è la figlia di un ex generale dell’Aeronautica diventato viceministro e ha un fratello minore soldato, ma è radicalmente contraria a qualunque conflitto armato. A causa di un episodio di violenza fra ragazzi italiani e spagnoli l’Italia entra in guerra con la Spagna e la Francia, che partecipa al conflitto al fine di “salvare il principio dell’unità d’Europa”. In questo clima infuocato Tom e Lea vedranno i propri destini trasformarsi e incrociarsi con esiti inaspettati e in qualche misura “privi di un perché”.

 

Settimo lungometraggio diretto da Gianni Zanasi, scritto nel 2019, prima dell’invasione dell’Ucraina da parte delle truppe russe (come precisa una nota iniziale), “War – La guerra desiderata” racconta un possibile conflitto europeo tra Italia e Spagna usando i toni della commedia.

Tom (Leo), laureato in Lingue romanze, sognava altro dalla vita. Ma dopo che il fratello ha inghiottito un flacone di barbiturici ed è costretto in un letto d’ospedale, in coma, deve mandare avanti il suo allevamento di vongole. Lea (Leone), invece, figlia maggiore del Sottosegretario alla difesa, lavora alla Asl contro il volere paterno ed è contraria a ogni forma di conflitto armato. 

I due si conoscono perché all’uomo serbe un’autorizzazione per riavere la patente. Nel frattempo, un incidente diplomatico tra Spagna e Italia sta portando alla guerra. Solo Lea e Tom possono fermarla…

Calato nel nostro tempo in modo incredibile, “War – La guerra desiderata” è un’indagine sui comportamenti che le persone sviluppano nei momenti di estrema difficoltà, uno sfogo di tutta l’oscurità che nascondiamo dentro di noi. Non parliamo di distopia o di futuro immaginario: questo è un film tremendamente realistico!

I limiti sono evidenti – l’eccessiva lunghezza, la presenza di alcune scene ridondanti e ripetitive che sarebbero potute essere eliminate senza problemi, una sceneggiatura nel complesso troppo caotica – ma il film merita una visione per la sua forte originalità. Che visto il momento del cinema non è pregio di poco conto.

Previous article“1899”: 3 motivi per vedere la serie Netflix, nonostante i limiti
Next articleWEEKEND AL CINEMA | 13 nuove uscite in sala dal 24 novembre 2022
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here