I FANTASTICI 4 | I film più vincenti nella storia degli Oscar

Ogni settimana una selezione di pellicole a tema, tra film cult, volti noti e nomi da scoprire o riscoprire

di Concetta Piro

 

Martedì 22 gennaio sono state rese note le nomination per gli Oscar 2019. A guidare la carica dei favoriti per la vittoria finale del 24 febbraio ci sono sicuramente “Roma” di Alfonso Cuaròn e “La favorita” di Yorgos Lanthimos, che concorrono in dieci categorie ciascuno.

Gli Academy Awards, comunemento noti come Premi Oscar, sono i riconoscimenti cinematografici più prestigiosi e ambiti di Hollywood. Nel corso della loro lunga storia – siamo arrivati all’edizione numero 91 – hanno incoronato una lunghissima serie di pellicole, qualcuna anche in più di una categoria.

Proprio ai film che hanno riscosso il maggior successo – e il maggior numero di statuette dorate – è dedicato il nostro appuntamento di oggi con “I Fantastici 4, la rubrica settimanale dedicata al consiglio di pellicole a tema.

 

TITANIC

di James Cameron. Con Leonardo DiCaprio, Kate Winslet, Billy Zane, Kathy Bates, Frances Fisher, Gloria Stuart. Drammatico, 194′. USA 1997

Con undici Oscar conquistati su 14 nomination, il drammone di James Cameron guida la classifica. La storia d’amore tra lo squattrinato Jack e la ricca Rose, nata e affondata sul transatlantico più famoso del mondo, ha fatto epoca. Oltre ad aver lanciato la carriera di due stelle del calibro di Leonardo DiCaprio e Kate Winslet (curiosità: lui non venne neppure nominato per il ruolo, lei si vide soffiare la statuetta da Helen Hunt), “Titanic” è uno dei maggiori successi al botteghino di tutti i tempi.

 

BEN-HUR

di William Wyler. Con Charlton Heston, Jack Hawkins, Haya Harareet, Stephen Boyd, Hugh Griffith, Giuliano Gemma. Avventura, 212′. USA 1959

Undici premi vinti (tra cui miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista e non protagonista) su dodici nomination anche per il kolossal storico-biblico diretto da William Wyler, e tratto dal romanzo omonimo di Lee Wallace. Charlton Heston presta il volto al protagonista, il principe ebreo Giuda Ben-Hur, tradito dal suo vecchio amico d’infanzia, il tribuno romano Messala. La corsa delle quadrighe al Circo di Gerusalemme è ancora oggi una delle più spettacolari scene d’azione della storia del cinema.

 

IL SIGNORE DEGLI ANELLI – IL RITORNO DEL RE

di Peter Jackson. Con Elijah Wood, Cate Blanchett, Ian Holm, Ian McKellen, Orlando Bloom, Christopher Lee Fantastico, 201′. Nuova Zelanda, USA, Germania 2004

Unidici Oscar su undici nomination, ed en plein, per il capitolo finale della trilogia fantasy diretta da Peter Jackson. La storia di Frodo, dell’anello del potere e del ramingo Aragon chiamato ad abbracciare il suo destino arriva alla sua tragica, e spettacolare, conclusione. La trilogia del Signore degli anelli è complessivamente la saga più vittoriosa della storia degli Oscar (17 statuette complessive), e “Il ritorno del re” è inoltre l’unico fantasy fino ad oggi ad essersi aggiudicato il premio come miglior film.

 

WEST SIDE STORY

di Robert Wise, Jerome Robbins. Con Natalie Wood, Rita Moreno, Richard Beymer, George Chakiris, Russ Tamblyn, Simon Oakland. Musical, 151′. USA 1961

Un gradino sotto al terzetto di testa, si piazza il film di Robert Wise e Jerome Robbins, tratto dall’omonimo musical: 10 Oscar su 11 nomination per lui. Un amore tragico ispirato a quello degli shakespeariani Romeo e Giulietta viene trasportato tra i grattacieli di New York. Coreografie e canzoni mozzafiato, per uno dei più grandi successi della storia del cinema.

 

Previous article“Creed II”: un film sul pugilato ma soprattutto una storia di padri e figli
Next articleCinema al MAXXI: si inizia il 26 gennaio con la serie “The passage”
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here