“La famiglia Addams 2”: un sequel on the road e animato tutto da ridere

Un racconto divertente e spigliato realizzato in CGI, sull'importanza dei rapporti familiari

Un film di Greg Tiernan, Conrad Vernon, Laura Brousseau, Kevin Pavlovic.
Con Virginia Raffaele, Pino Insegno, Eleonora Gaggero, Luciano Spinelli, Loredana Berté.
Animazione, 93′. USA, Gran Bretagna, Canada 2021

C’è aria di insofferenza in famiglia. Mercoledì non sopporta più i suoi parenti stretti e si dà da fare con gli esperimenti di laboratorio per cercare di porre rimedio alle loro lacune. Con successo, durante una fiera della scienza, innesta il cervello di un polpo (e non solo quello) nel corpo dello zio Fester, ma poi Pugsley manda a fuoco tutto e Mercoledì si ritrova più insofferente di prima. E se non fosse una vera Addams? E se avesse ragione quel fastidioso avvocato che li segue ovunque? Di certo papà Gomez non ha intenzione di dar retta alle sue farneticazioni e organizza una vacanza di famiglia per rinsaldare i legami.

 

Dopo il successo del primo capitolo, la famiglia da incubo del cinema torna alla Festa del cinema di Roma nella sua nuova versione animata. “La famiglia Addams 2”, diretto da Greg Tiernan, Laura Brousseau, Conrad Vernon e Kevin Povlovic, è un film che farà morire… dal ridere, tutta la famiglia.

Al centro della storia c’è ancora una volta la piccola Mercoledì (che sarà anche protagonista dell’attesissima serie Netflix diretta da Tim Burton) e il suo estro geniale, che finisce per farla sentire estranea rispetto alla sua stessa famiglia.

La situazione è così delicata che Gomez decide di organizzare un viaggio tutti insieme attraverso l’America, a bordo del loro terrificante camper stregato, ma il riavvicinamento sarà più complicato del previsto…

Nonostante i personaggi creati dal vignettista Charles Addams siano famosissimi, la trama del film è ricca di elementi ed eventi (viene spiegato, ad esempio, il perché della doppia “d” nel cognome) e la caratterizzazione di ognuno talmente perfetta che non ci si annoia davvero mai.

Racconto divertente e spigliato realizzato in CGI, con le voci italiane di Pino Insegno (Gomes), Virginia Raffaele (Morticia) e Loredana Bertè (Nonna Addams), “La famiglia Addams 2” è il giusto connubio tra divertimento e riflessione. In uno spassoso on the road dalle cascate del Niagara a Sleepy Hollow, da Miami al Grand Canyon, Mercoledì imparerà che Addams non si diventa, si è. 

Previous articleIntervista all’autore Dario Levantino
Next article“Freaks out”: Mainetti cancella la monotonia, e reinventa il mondo
Nata a Napoli, a otto anni si trasferisce in provincia di Gorizia dove si diletta di teatro. Torna nella sua amata città agli inizi del nuovo millennio e qui si diploma in informatica e comincia a scrivere - pensieri, racconti, per poi arrivare al primo romanzo, "Anime". Nel frattempo ha cambiato di nuovo città e scenario, trasferendosi nelle Marche. Oggi conduce per RadioSelfie.it "Lo chiamavano cinema", un approfondimento settimanale sulla settima arte, e scrive articoli sullo stesso tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here