Short Film Festival Filmdipeso: la quarta edizione il 18 e 19 settembre

Cortometraggi in concorso, eventi speciali e incontri per parlare di obesità e sovrappeso

Dopo i rinvii legati alla pandemia, torna il 18 e il 19 settembre a Latina lo Short Film Festival Filmdipeso, iniziativa giunta alla quarta edizione che, sfruttando il linguaggio cinematografico, vuole accendere i riflettori su un tema cruciale e attualissimo, quello dei disturbi legati all’alimentazione, del sovrappeso e dell’obesità.

Oggi, nel mondo, si contano oltre 2 miliardi di adulti che pesano più del dovuto e oltre 700 milioni di obesi. In Italia le persone obese sono oltre 6 milioni e più di 22 milioni quelle in sovrappeso, con una situazione peggiore nelle regioni del Sud. Quello che preoccupa è l’aumento di queste patologie tra le fasce più giovani della popolazione: in meno di 30 anni l’obesità tra i ragazzi, nel mondo, è cresciuta del 125%; in Italia sono il 45% i ragazzi con problemi di sovrappeso e obesità.

I dati mostrano chiaramente quanto la situazione sia grave, un’altra vera e propria pandemia. Sovrappeso e obesità rappresentano secondo l’OMS il quinto più importante fattore di rischio di mortalità globale, con un numero di decessi attribuiti all’obesità pari a 2,8 milioni l’anno.

“Il sovrappeso e l’obesità sono condizioni patologiche che in Italia hanno ormai colpito quasi la metà della popolazione – spiega Frida Leonetti, Direttore UOC di diabetologia, Università ospedale Santa Maria Goretti di Latina, Università di Roma La Sapienza, Polo Pontino e Direttore scientifico Short Film Festival Filmdipeso. – Il drammatico periodo del lockdown da COVID-19 ha, di fatto, confermato l’importanza dello stile di vita, tant’è vero che tutti, non solo i pazienti, sono ingrassati durante le settimane di distanziamento sociale forzato”.

In concorso al Festival ci saranno 16 cortometraggi, metà italiani e metà internazionali. Al vincitore la giuria di esperti, presieduta dal regista Gianfranco Pannone, assegnerà nel corso della cerimonia di gala, sabato 19 settembre, il Premio città di Latina e una Menzione speciale per la tematica trattata.

“Anche con questa edizione assicuriamo un contributo di alto profilo – ha spiegato Stefano Cioffi, direttore artistico del Festival. – Quest’anno diamo voce alle istanze di medici e psicologi sui temi dei disturbi del comportamento alimentare e lo facciamo attraverso una forma d’arte che si presta a veicolare questo tipo di informazione, ovvero il cinema, che può raccontare storie complicate con estrema leggerezza e profondità, permettendo a chi guarda e ascolta di capire immediatamente anche argomenti complessi.”

Oltre ai corti in lizza, ci saranno eventi speciali fuori concorso, come ad esempio la proiezione della produzione originale “Il peso del ricordo. La quarantena nel Polo Pontino”, diretta dallo stesso Cioffi.

Nella due giornate del Festival i liceali di Latina e gli studenti del Corso di medicina e chirurgia Sapienza Università di Roma Polo Pontino saranno direttamente coinvolti negli eventi e negli incontri. I futuri laureandi hanno organizzato un Concorso fotografico sul tema del “Weightbias”, ovvero lo stigma legato ai disturbi di peso, ed è stato lanciato un sondaggio online con l’obiettivo di esplorare la percezione del peso in eccesso o in difetto tra la popolazione giovanile, e, in particolare, comprendere cosa vuol dire per un ragazzo o una ragazza essere obesi o anoressici.

Tutti possono partecipare, gratuitamente, allo Short Film Festival Filmdipeso. È necessario soltanto prenotarsi online sul sito dell’evento.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here