Tempo di Libri: il meglio del programma delle 5 giornate milanesi

La seconda edizione della fiera dell'editoria si tiene a Milano da giovedì 8 a lunedì 12 marzo

A Milano sta per iniziare un tempo bellissimo… lo dice lo slogan della seconda edizione di Tempo di Libri e lo conferma la lettura del programma della kermesse, quanto mai ricco, variegato, affascinante.

Cinque giornate – da giovedì 8 a lunedì 12 marzo -, cinque percorsi tematici declinati in una lunga serie di incontri, eventi, reading e naturalmente ospiti. Si spazia dagli autori di fama mondiale come John Grisham e Clara Sánchez a personaggi del mondo della tv, del cinema, dei social.

In attesa di fare le valigie e partire per il capoluogo lombardo, vediamo il meglio del programma, giorno per giorno.

 

GIOVEDì 8 MARZO – DONNE

Rispettando il calendario (che in Italia e nel mondo, l’8 marzo, le festeggia) e in sintonia con un dibattito che negli ultimi mesi ha riportato al centro dell’attenzione le figure, le storie e le battaglie combattute dalle donne, le prime protagoniste di Tempo di Libri sono scrittrici, artiste, giornaliste, scienziate, sportive.

Antonia Klugmann, la chef triestina, nuovo giudice di Masterchef Italia.

Tra gli eventi più interessanti, Élise Thiébaut che presenta il suo libro, in cui demolisce luoghi comuni, proibizioni e superstizioni attorno al ciclo mestruale; la conversazione sul sesso con Valeria Parrella e la giornalista Natalia Aspesi; l’incontro con la nuova giudice di MasterChef Antonia Klugmann.

 

VENERDì 9 MARZO – RIBELLIONE

Nel 2018 ricorrono i cinquant’anni dal ’68, dai moti giovanili che ridefinirono il panorama culturale, sociale e politico europeo. Incontri, performance, storie appassionanti guidano il pubblico in una riflessione sull’idea di ribellione, rivoluzione, cambiamento, lotta contro le convenzioni e i conformismi. Si parla di rivoluzioni russe con Ezio Mauro e di Primavere arabe con Yasmine El Rashidi. Per le bambine ribelli di tutto il mondo, arrivano in fiera Elena Favilli e Francesca Cavallo, con 100 nuove storie e illustrazioni.

Nell’interpretazione di Tempo di Libri, ribellione vuol dire anche innovare cambiando le convenzioni. E, quindi, ecco nella giornata di venerdì uno dei più amati autori di legal thriller del mondo, John Grisham, che ha saputo riscrivere il canone, in dialogo con Gianrico Carofiglio; uno dei più geniali produttori cross-mediali nell’editoria e nello spettacolo, Eddie Newquist; uno dei più visionari scrittori contemporanei, cantore di educazioni e ribellioni siberiane, Nicolai Lilin.

 

SABATO 10 MARZO – MILANO

Milano – da ottobre Città creativa Unesco per la letteratura – è la protagonista della terza giornata. Si parla di cibo, di innovazione, di ambiente, di calcio. Lo si fa con molti ospiti che hanno un legame stretto con la città, da Michele Serra che da Milano osserva quotidianamente la realtà a Sveva Casati Modignani, che vi è nata, l’ha raccontata come giornalista di costume e continua ad ambientarvi i suoi romanzi.

Al di là del tema “Milano”, tanti gli ospiti di sabato 10 marzo: la scrittrice spagnola Clara Sánchez e la poetessa cilena Carmen Yáñez, il romanziere statunitense Christopher Bollen, i filosofi Alain Badiou e Maurizio Ferraris e il saggista britannico Ian Thomson, biografo di Primo Levi.

 

DOMENICA 11 MARZO – LIBRI E IMMAGINE

Tempo di Libri si sofferma sul rapporto tra testo e immagine, una relazione che va ben oltre lo sguardo che rivolgiamo a una copertina. La riflessione viene condotta a più livelli, coinvolgendo la perfezione delle antiche miniature e il fascino dell’illustrazione moderna, le avventure popolari dei comics e l’eleganza delle graphic novel, l’immediatezza di uno scatto e l’irrequietezza dei fotogrammi in movimento.

Alessandra Mastronardi interpreta Alice Allevi, il personaggio creato dalla scrittrice Alessia Gazzola, nella serie tv tratta dai romanzi.

Helena Janeczek racconta l’avvincente storia della fotografa Gerda Taro; Concita De Gregorio e Dori Ghezzi la poetica di Fabrizio De Andrè. Spazio alla narrazione nelle serie tv con Mattia Torre, sceneggiatore di “La linea verticale” (qui la recensione), e Alessia Gazzola. Donato Carrisi, che di recente ha debuttato come regista, parla di universi thriller. Ma lo sguardo spazia alle infinite latitudini della letteratura mondiale, dall’Irlanda di Roddy Doyle al Texas di Joe Lansdale, dal Kurdistan iracheno di Bachtyar Ali all’Italia (vista con occhi cinesi) di Shi Yang Shi.

 

LUNEDì 12 MARZO – MONDO DIGITALE

Tempo di Libri si congeda dal pubblico gettando uno sguardo sul presente e sul futuro dell’editoria, della società e delle abitudini di lettori e comunicatori, creatori e consumatori di contenuti. Nominalmente dedicata all’analisi del mondo digitale, la giornata disegna in realtà un tracciato dal respiro più ampio, anche dal punto di vista storico.

Partendo dalla stampa a caratteri mobili e arrivando ai social network, la Fiera osserva il modo in cui sono cambiati e stanno cambiando la scrittura, lo storytelling e la comunicazione. Protagonisti giornalisti e filosofi dei media, fondatori di start up e blogger, YouTuber e Instagrammer.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here