Premio Campiello 2020: svelata la cinquina, inaspettata, dei finalisti

La cerimonia finale si terrà a Venezia in autunno. A Veronica Galletta il Campiello Opera Prima

Il Premio Campiello si adegua alla situazione attuale, sostituisce la diretta streaming alla tradizionale cerimonia pubblica a Padova e annuncia la cinquina dei suoi finalisti durante una puntata del programma “Terza pagina” su Rai5.

La Giuria dei Letterati ha votato tra gli oltre 200 libri ammessi dal Comitato Tecnico, scegliendo Patrizia Cavalli con Con passi giapponesi (Einaudi), Sandro Frizziero con Sommersione (Fazi Editore), Francesco Guccini con “Trallumescuro. Ballata per un paese al tramonto (Scrittori Giunti), Remo Rapino conVita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (minimum fax) e Ade Zeno con L’incanto del pesce luna (Bollati Boringhieri).

“Ho assunto il compito di Presidente della Giuria dei Letterati con grande emozione – ha dichiarato Paolo Mieli – e la lettura dei libri candidati ha poi allietato le lunghe ore di
costrizione a casa. La cinquina che abbiamo votato è il cuore di un’edizione che non dimenticheremo mai, un Campiello unico, che ci auguriamo possa rappresentare l’inizio di una ripresa culturale del nostro Paese che così tanto ha sofferto negli ultimi mesi”.

Nel corso della trasmissione è stato anche annunciato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, riconoscimento attribuito dal 2004 a un autore al suo esordio letterario. Il premio è stato assegnato a Veronica Galletta per Le isole di Norman (Italo Svevo).

Il vincitore della 58° edizione del Premio Campiello sarà proclamato in autunno a Venezia, staremo a vedere con quali modalità. Il vincitore viene infatti scelto dalla Giuria dei Trecento Lettori anonimi, i cui componenti sono selezionati su tutto il territorio nazionale in base a precise categorie sociali e professionali.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here