Salone del libro di Torino: gli appuntamenti di Edizioni e/o

Dall'incontro con Alice Sebold a 18 anni dall'uscita di “Lucky” ai romanzi che hanno fatto la storia

Continua il nostro focus sul Salone del libro di Torino, che prenderà il via il 10 maggio. Dopo NN Editore (qui il pezzo), è la volta di dare un’occhiata al ricco programma di eventi targati Edizioni e/o.

Si inizia giovedì 10 maggio. In Sala Blu si terranno due incontri rivolti agli addetti ai lavori: alle 13.00 “La nuova associazione degli editori indipendenti: ADEI”, alle 14.00 “L’Italia alla Buchmesse”. Alle 16.30, invece, nello Spazio internazionale, dialogo con il colombiano Santiago Gamboa, autore del romanzo “Ritorno alla buia valle”. Come di consueto il libro è sospeso tra avventura e contemporaneità, tra erudizione e rigogliosa invenzione di personaggi. Tra Madrid, la Colombia e l’Etiopia si parte a caccia di un ex paramilitare riciclato come trafficante di droga.

Venerdì 11 maggio, alle 13.00 nell’Area Piemonte – Lingua Madre, avverrà l’incontro “Turchia: restare, partire, tornare”. Ultimo baluardo dell’Occidente e primo avamposto dell’Oriente, la Turchia è oggi più che mai luogo di identità multiple, di spinte democratiche e autoritarie. Ne parlano scrittori, giornalisti, attivisti che, da dentro o da fuori il Paese, mantengono uno sguardo attento e critico.

Sabato 12 maggio si inizia alle 12.00 in Sala Azzurra, si terrà un dialogo con Alice Sebold a 18 anni dalla pubblicazione di “Lucky”, resoconto dello stupro che ha subito all’età di diciotto anni.

Alle 13.00 allo Spazio Internazionale incontro con Lize Spit, finalista al Premio Strega Europeo 2018 con il romanzo “Si scioglie”. Si parla di “Amazon Google Facebook. I nuovi padroni del nostro tempo” alle 17.30; mentre alle 18.30 nello Spazio Duecento, spazio ai “Romanzi che hanno fatto la storia delle Edizioni E/O. Da Carlotto a Izzo, da Alice Sebold a Bohumil Hrabal, da Christa Wolf a Elena Ferrante”. Gli attori Anna Bonaiuto e Giulio Scarpati leggeranno passi dei romanzi, raccolto adesso in una nuova collana, “Le cicogne”.

Domenica 13 maggio si comincia alle 10.30 nella Sala Editoria con l’incontro “Bibliodiversità editoriale e fair play commerciale. Storie di alternative possibili”, per poi passare alle 12.00 in Sala Rossa per “Dopo, durante e oltre il #metoo”, con un confronto tra scrittrici e attiviste italiane e straniere.

Alle 13.30, in Sala Azzurra, dialogo con Eric-Emmanuel Schmitt, autore del libro “Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano”, che nella sua nuova raccolta di racconti, “La vendetta del perdono”, esplora i sentimenti più violenti dell’uomo; mentre alle 15.30, allo Stand Robinson, Sacha Naspini, autore del romanzo “Le Case del malcontento” dialoga con Mario De Santis.

Alle 17.30 tutti nella Sala Duecento per “Vent’anni dopo Casino Totale”. La nuova edizione di “Cristiani di Allah” offre lo spunto per una conversazione tra Massimo Carlotto e Sandro Ferri sul noir mediterraneo. Quali libri che ne fanno parte? E qual è il futuro di quello che può essere definito a tutti gli effetti un genere?

In Sala Azzurra, per finire, alle 18.30, verrà annunciato il vincitore del Premio Strega Europeo (ne abbiamo parlato qui) alla presenza dei sei finalisti, Fernando Aramburu, Olivier Guez, Lisa McInerney, Auður Ava Ólafsdóttir, Lize Split. Conduce Stefano Petrocchi.

Si chiude lunedì 14 maggio alle 12.00 in Sala Gialla con il consueto appuntamento con “Adotta uno scrittore 2018”, l’iniziativa che ogni anno porta gli autori di narrativa contemporanea tra i ragazzi delle scuole superiori del Piemonte. Fra i partecipanti Roberto Tiraboschi, autore del romanzo “L’angelo del mare fangoso. Venetia 1119 d.C.”.

 

Previous article“Ci vuole un fisico”: tra road movie e commedia romantica
Next article“Il tatuatore”: esce per Newton Comtpon il thriller di Alison Belsham
Avatar
Ligure di origini, vive in provincia di Novara da tre anni a questa parte per amore e per lavoro. Mamma blogger, adora il cinema, la lettura, l’arte e la moda. Scrive per diverse testate e spera in futuro di portare avanti un progetto tutto suo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here