Streaming addicted: cosa vedere online dal 10 al 16 maggio

Ogni settimana serie tv e film da non perdere disponibili su Netflix, Amazon, Sky, Disney+, Rai

Maggio entra nel vivo, e insieme al bel tempo arrivano altre buone notizie per i cinefili – l’apertura delle sale anche al mattino, per esempio. Sembra finalmente di tornare a respirare un’aria di semi-normalità, e ci auguriamo che duri.

Lo streaming, comunque, che tanto bene ha fatto in questi mesi di lockdown continua a essere una realtà. E noi teniamo il passo con i nostri appuntamenti del lunedì con Streaming addicted, in cui uno dei nostri redattori, a turno, stila la sua classifica delle novità da non perdere in uscita su Netflix, Prime Video, Disney+, Sky, Rai Play, TimVision, Apple TV.

Nella mia settimana ho scelto due film e tre serie, con cast di primissimo livello. Produzioni internazionali, distopie, storie veri e tante emozioni. Buona visione!

* L’asterisco indica che su Parole a Colori è già disponibile
o sarà disponibile nel corso
della settimana la recensione
(cliccando sul titolo si viene indirizzati all’articolo)

 

OXYGÈNE (12 Maggio, Netflix)

COSA CI PIACE: L’atmosfera straniante e questa corsa contro il tempo molto coinvolgente, che mette ansia a non finire anche se vissuta per interposta persona.

Risvegliatasi in una capsula criogenica, Elizabeth Hansen (Laurent) non si ricorda chi è o come sia finita lì. L’ossigeno sta per finire e lei deve recuperare la memoria per cercare di uscire dal suo incubo.

Il film thriller/scifi francese è diretto da Alexandre Aja e basato sulla sceneggiatura di Christie LeBlanc. Protagonista, l’attrice Melanie Laurent (Bastardi senza gloria, Now You See Me). Nel cast anche Mathieu Amalric e Malik Zidi.

 

LA DONNA ALLA FINESTRA (14 Maggio, Netflix)*

COSA CI PIACE: L’origine romanzesca della storia, che trattandosi di un thriller fa ben sperare. Joe Wright dietro la macchina da presa.

Amy Adams, Gary Oldman, Julianne Moore e Anthony Mackie in questo thriller psicologico carico di suspence tratto dal bestseller omonimo di A.J. Finn uscito nel 2018. Il regista è Joe Wright e lo script, curato da Tracy Letts, mostra che niente e nessuno è davvero come sembra.

Anna Fox (Adams) è una psicologa infantile costretta in casa dall’agorafobia. La donna comunica col mondo esterno solo attraverso la rete, e sviluppa una sorta di ossessione per i nuovi vicini di casa, i Russell, una famiglia apparentemente perfetta che spia dalla finestra della sua casa di New York. La vita di Anna viene sconvolta quando assiste, senza volerlo, a un crimine brutale…

 

THE UNDERGROUND RAILROAD (14 maggio, Prime Video)*

COSA CI PIACE: Barry Jenkins, che non è solo regista ma showrunner e produttore esecutivo della serie. La declinazione “particolare” di un’ambientazione e di un periodo storico che negli ultimi anni sono di gran tendenza.

Scritta e diretta dal regista premio Oscar Barry Jenkins (Moonlight), che è anche showrunner e produttore esecutivo, la serie originale Amazon in 10 episodi è basata sul romanzo omonimo (uscito in Italia col titolo “La ferrovia sotterranea”) di Colson Whitehead, vincitore del Premio Pulitzer. Nel cast, Thuso Mbedu, Chase W. Dillon, Joel Edgerton, Aaron Pierre, William Jackson Harper, Sheila Atim, Amber Gray.

Nel Sud schiavista pre-Guerra civile americana, la giovane Cora intraprende un viaggio alla disperata ricerca della libertà. Dopo essere scappata inseguendo la famosa Ferrovia sotterranea, la ragazza scopre che quel nome non è solo una metafora, ma indica un ruolo reale, una ferrovia piena di ingegneri e guide costruita in un sistema di tunnel e binari segreto sotto il terreno sudista.

 

HALSTON (14 Maggio, Netflix)*

COSA CI PIACE: Il cast e il racconto di una storia poco nota in Europa ma assolutamente elettrizzante e sopra le righe.

La rapida ascesa e la caduta dello stilista americano Roy Halston Frowick, conosciuto come Halston, che ha raggiunto l’apice della sua fama negli anni ’70, vestendo diverse celebrità e diventando amico stretto di alcune di queste (Liza Minnelli, Andy Warhol, Bianca Jagger). Il suo stile ha rivoluzionato la moda statunitense del periodo.

Cinque episodi per raccontare la vita del leggendario stilista e del suo marchio, diventato sinonimo di lusso e prestigio nella New York degli anni ’70 e ’80. La produzione esecutiva è affidata, tra gli altri, a Ryan Murphy; mentre la regia è di Daniel Minahan. Nel cast, oltre a Ewan McGregor che interpreta il protagonista, Rory Culkin è Joel Shumacher, Rebecca Dayan è Elsa Peretti,  Krysta Rodriguez è Liza Minnelli, Gian Franco Rodriguez è Victor Hugo.

 

DOMINA (14 Maggio, NOW/Sky)*

 

COSA CI PIACE: La maxi-produzione Sky, sinonimo di qualità. Le scelte coraggiose degli sceneggiatori, che ad esempio non hanno paura di mostrare al pubblico una Roma antica meno fastosa ma più realistica. 

Il 14 maggio arriva su NOW e Sky on demand la serie Original “Domina”, che racconta la storia di Livia Drusilla, ambientata nell’antica Roma a cavallo tra I secolo a.C e d.C.. Gli otto episodi che compongono la prima stagione di questa maxi produzione sono ideati da Simone Burke e diretti da Claire McCarth. Nel cast Kasia Smutniak, Mattew McNulty, Claire Forlani, Christine Bottomley, Colette Dalal Tchantcho, Ben Batt, Liamo Cunningham, Isabella Rossellini. 

Livia è solo una ragazza quando vede il suo mondo sgretolarsi dopo l’assassinio di Giulio Cesare. Guidata da un profondo desidero di vendicare il padre e garantire il potere ai suoi figli, riuscirà a risollevarsi brillantemente, sposando l’uomo che tutto le aveva tolto. Ma scoprirà presto che non basta conquistare il potere: occorre essere in grado di tenerlo in pugno quando tutti gli altri lo bramano per sé.

 

Anche questa settimana i titoli intriganti da vedere non mancano. Fateci sapere nei commenti e sui nostri social cosa vedrete, e le vostre impressioni. Con Streaming addicted vi diamo appuntamento a lunedì 17 maggio, quando sarà la nostra Federica Rizzo a proporvi la sua top5 delle novità da non perdere. Alla prossima!

Previous article“Rifkin’s Festival”: un classico film del Woody Allen “europeo”
Next article“Tenebre e ossa”: recensione del romanzo di Leigh Bardugo
Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here