London Film Festival 2021: “Hit the road” di Panah Panahi è il miglior film

Premio del pubblico a "Costa Brava, Lebanon" di Mounia Akl, presentato anche a Venezia

Cala il sipario sull’edizione 2021 del BFI London Film Festival, la numero 65, che dopo il parziale ridimensionamento dello scorso anno, causa Covid, ha riportato addetti ai lavori e pubblico nelle sale a Londra e nel resto del Regno Unito e le star sui red carpet e nelle sale conferenze.

Come di consueto, la domenica è la giornata dei premi. Cinque vengono assegnati nelle categorie competitive: Concorso ufficiale, Opere prime, Documentari, Immersive Art and XR, Cortometraggi.

A questi si aggiungono il Premio del pubblico e il IWC Schaffhausen Filmmaker Bursary Award, al miglior talento esordiente britannico, regista e/o sceneggiatore.

La giuria presieduta dalla regista polacca Malgorzata Szumowska ha selezionato come Miglior film del Concorso ufficiale “Hit the road” dell’iraniano Panah Panahi, un road movie capace di essere delicato, eccentrico e persino divertente nel suo parlare di famiglia e viaggio. “In un periodo difficile come quello che abbiamo vissuto e stiamo vivendo, abbiamo scelto di premiare un film che ci ha fatto ridere e piangere, e sentire vivi”.

Il miglior esordio è invece “Playground” della regista e sceneggiatrice belga Laura Wandel, che racconta il mondo dell’infanzia dall’interno, in modo schietto e sincero, attraverso lo sguardo della protagonista Nora, una bambina di 7 anni.

A seguire, tutti i premi assegnati in questa edizione 2021 del BFI London Film Festival:

  • Best Film Award (Official Competition): Hit the Road di Panah Panahi
  • Sutherland Award (First Feature Competition): Playground di Laura Wandel
  • Grierson Award (Documentary Competition): Becoming Cousteau di Liz Garbus
  • Immersive Art and XR Award: Only Expansion di Duncan Speakman
  • Short Film Award: Love, Dad di Diana Cam Van Nguyen
  • Audience Award: Costa Brava Lebanon di Mounia Akl
  • IWC Schaffhausen Filmmaker Bursary Award: True things di Harry Wootliff
Previous articleStreaming addicted: cosa vedere online dal 18 al 24 ottobre
Next article“Hit the road”: l’esordio di Panah Panahi è toccante, eccentrico, riuscito
Giornalista per passione e professione. Mamma e moglie giramondo. Senese doc, adesso vive a Londra, ma negli ultimi anni è passata per Torino, per la Bay area californiana, per Milano. Iscritta all'albo dei professionisti dal 1 aprile 2015, ama i libri, il cinema, l'arte e lo sport.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here