Mostra del cinema di Venezia 2020: Leone d’oro a “Nomadland”

Pierfrancesco Favino si aggiudica la Coppa Volpi per il ruolo del magistrato Alfonso in "Padrenostro"

Eureka, amici lettori. Questa edizione sui generis della Mostra del cinema di Venezia si chiude su note liete, per noi di Parole a Colori! Dopo anni di insuccessi, infatti, il nostro prode Roberto Sapienza è riuscito a beccare il film vincitore del Leone d’oro e oggi non servono corse contro il tempo per vederlo alla proiezione post-premiazione e poi scriverne.

La giuria presieduta da Cate Blanchett ha premiato con l’ambito riconoscimento, tra i 18 film in  lizza, “Nomadland” di Chloé Zhao (qui la recensione), racconto di un’America dai grandi spazi e dalle grandi contraddizioni, con Frances McDormand.

Il Leone d’argento – Gran premio della giuria è andato a “Nuevo orden” di Michel Franco; il premio per la miglior regia al giapponese Kiyoshi Kurosawa per il suo “Spy no tsuma” (Moglie di una spia).

C’è stata un po’ di gloria anche per l’Italia, alla premiazione di ieri, con il nostro Pierfrancesco Favino che si è aggiudicato la Coppa volpi per la migliore interpretazione maschile per il ruolo di Alfonso, noto magistrato vittima di un attentato sotto casa, in “Padrenostro” di Claudio Noce (qui la recensione).

Cala il sipario sull’edizione numero settantasette della Mostra del cinema, che si è adeguata al nuovo scenario mondiale sacrificando parte del suo glamour e dei lustrini per puntare sui film. Una Mostra meno mondana ma più emozionante in sala. Una Mostra che, nel bene e nel male, ricorderemo a lungo.

 

TUTTI I PREMI DI VENEZIA 77

  • LEONE D’ORO per il miglior film a:
    NOMADLAND di Chloé Zhao (USA)
  • LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:
    NUEVO ORDEN di Michel Franco (Messico, Francia)
  • LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a:
    Kiyoshi Kurosawa per il film SPY NO TSUMA (MOGLIE DI UNA SPIA (Giappone)
  • PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:
    DOROGIE TOVARISCHI! (CARI COMPAGNI!) di Andrei Konchalovsky (Russia)
  • PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
    Chaitanya Tamhane per il film THE DISCIPLE (India)
  • COPPA VOLPI per la migliore interpretazione femminile a:
    Vanessa Kirby nel film PIECES OF A WOMAN di Kornél Mundruczó (Canada, Ungheria)
  • COPPA VOLPI per la migliore interpretazione maschile a:
    Pierfrancesco Favino nel film PADRENOSTRO di Claudio Noce (Italia)
  • PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore o attrice emergente a:
    Rouhollah Zamani nel film KHORSHID (SUN CHILDREN) di Majid Majidi (Iran)

 

TUTTI I PREMI DELLA SEZIONE ORIZZONTI

  • il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a:
    DASHTE KHAMOUSH (THE WASTELAND) di Ahmad Bahrami (Iran)
  • il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a:
    Lav Diaz per il film LAHI, HAYOP (GENUS PAN) (Filippine)
  • il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a:
    LISTEN di Ana Rocha de Sousa (Regno Unito, Portogallo)
  • il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
    Pietro Castellitto per il film I PREDATORI (Italia)
  • il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE a:
    Khansa Batma nel film ZANKA CONTACT di Ismaël El Iraki (Francia, Marocco, Belgio)
  • il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE a:
    Yahya Mahayni nel film THE MAN WHO SOLD HIS SKIN di Kaouther Ben Hania (Tunisia, Francia, Germania, Belgio, Svezia)
  • il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:
    ENTRE TÚ Y MILAGROS di Mariana Saffon (Colombia, USA)
  • il VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS 2020 a: THE SHIFT di Laura Carreira (Regno Unito, Portogallo)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here